Caso Bellomo: Csm, rivedere accesso

22 febbraio seminario per elaborare proposta

Redazione ANSA

ANSA) - ROMA, 16 GEN - "Il caso Bellomo ha richiamato l'attenzione su un tema di stringente attualità, quello della formazione degli aspiranti magistrati e della proliferazione delle scuole private di preparazione ai concorsi in concorrenza con le scuole di specializzazione per le professioni legali (quelle nate con la Legge Bassanini). Oggi bisogna chiedersi se sia ancora necessario per gli aspiranti magistrati l'accesso a queste Scuole prima del concorso, o se si possa accedervi anche senza questa formazione, riportando il concorso di secondo grado, a concorso post lauream". Lo sottolinea la Presidente della Sesta Commissione del Csm Paola Balducci, Dopo la richiesta di apertura pratica dei Consiglieri Paola Balducci e Piergiorgio Morosini e il via libera del Comitato di Presidenza del Csm di giovedì scorso, oggi la VI Commissione, ha avviato immediatamente l'attività istruttoria sulle regole di accesso in magistratura. "Abbiamo deciso, ha sottolineato la Presidente Balducci, di organizzare un seminario per il prossimo 22 febbraio, coinvolgendo la Scuola Superiore della Magistratura, l'Anm, il sistema universitario, l'avvocatura ma anche confrontandoci con il Consiglio di Stato, la Corte dei Conti con esperti formatori stranieri e con i magistrati che hanno recentemente vinto il concorso La finalità del seminario è quella di avviare un confronto aperto, che possa portare anche a formulare proposte di modifica all'attuale disciplina dell'accesso in magistratura". (ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA