Beppe Montana, nato ad Agrigento nel 1951, si trasferisce a Catania dove si laurea in Giurisprudenza e successivamente vince il concorso per entrare nella Polizia. Entra a far parte della squadra mobile di Palermo e, il 28 luglio del 1985, il giorno prima di entrare in ferie, viene ucciso nei pressi del porto dove c’era il suo motoscafo. Importante la sua collaborazione con il giudice Rocco Chinnici non solo nella "sfida" con Cosa Nostra, ma anche per il contributo all'educazione dei giovani (era dirigente del Sap ed era stato l'ideatore ed il principale animatore del comitato in memoria di Calogero Zucchetto),in materia di legalità.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA