21 ottobre, 17:28 Foto

I dodici laghi più suggestivi del mondo

Dall’Italia alla Cina, dal Canada alla Croazia, tour tra le bellezze

© ANSA
Il lago Pehoe, in uno dei parchi nazionali più belli del Cile, il Torres del Paine, nella regione di Magallane ©

di Ida Bini

 


Moraine Lake, Canada
Immerso nella natura e nel silenzio nel Banff National Park, in Canada, il lago Moraine è un luogo da cartolina, uno dei posti più belli del Paese. Circondato da alte montagne e da fitte foreste di abeti, lo specchio del lago, che cambia colore in base alla luce che vi si riflette, è talmente bello da sembrare irreale. Sorge all’interno della Valley of the Ten Peaks della provincia dell’Alberta, e la sua caratteristica è il colore verde lattiginoso delle acque dovuto alla presenza di minuscole particelle di roccia. Il lago invita al tuffo ma la temperatura è bassa, essendo a quasi 2mila metri d’altezza; si può ovviare facendo un giro in barca o in canoa e apprezzare anche da altri punti di vista il panorama mozzafiato che regala. E’ possibile, comunque, visitare il lago percorrendo i sentieri che lo circondano.

 

Maligne Lake, Canada
E’ un luogo incantato e suggestivo, circondato dalle montagne rocciose dell’Alberta, nel Canada occidentale, con acque limpidissime e turchesi, da scoprire a piedi o in mountain bike con escursioni lungo i sentieri nei boschi e che per 23 chilometri circondano il lago. E’ possibile anche esplorare il Maligne in canoa o con il battello che arriva a Spirit Island. Lungo la strada panoramica che dal vicino Jasper National Park porta al lago è facile imbattersi in orsi, cervi e capre di montagna.

 

Lago di Como, Italia
Giardini rigogliosi e ville storiche, borghi suggestivi e vedute mozzafiato sono ovunque sul lago lombardo più famoso d’Italia. Elegante e romantico, il lago di Como è perfetto per trascorrervi un weekend alla scoperta di Bellagio, Cernobbio e Como con le loro ville signorili e panoramiche - Olmo, d’Este, Carlotta, Balbianello - e i tanti percorsi del lungolago, oppure per fare una corsa in motoscafo o per fare il bagno nelle acque pulitissime di Bellagio, che anche quest’anno ha ricevuto la bandiera blu di Legambiente.

 

Milino Jezero, Croazia
Sorge nel parco nazionale dei Laghi di Plitvice, più di 30mila ettari di paesaggi mozzafiato nella Croazia nordorientale, tra meraviglie naturali e un insieme di 16 bellissimi laghi, legati l’uno all’altro da cascate che stupiscono e incantano. Il Parco naturale è uno dei posti più suggestivi del mondo, premiato dall’Unesco che l’ha inserito nel patrimonio dell’Umanità per la presenza di ruscelli, laghi, grotte, cascate e foreste. Milino Jezero fa parte dei dodici laghi superiori del Parco: sono piccoli laghi separati tra di loro soltanto da una barriera di tufo. Otto sono gli itinerari organizzati dal Parco, suggestivi e accessibili a tutti, che permettono di visitare gran parte dei laghi; la durata dei tour varia dalle 2 alle 6 ore.

 

Lago di Jiuzhaigou, Cina
Sorge nella riserva naturale di Sichuan, nel cuore della Cina, famosa per le numerose cascate e i laghi dalle acque incontaminate e dagli scorci mozzafiato. Per premiare e conservare la loro bellezza l’intera valle è stata inserita dall’Unesco tra i beni patrimonio dell’Umanità. Il lago, circondato da una vegetazione lussureggiante che regala all’acqua una tonalità turchese, è conosciuto anche come “il lago del panda”: è sulle sue sponde, infatti, che gli animali simbolo del Paese vengono ad abbeverarsi. Il lago sorge a più di 2.500 metri d’altezza ed è famoso anche per la presenza della cascata più alta della Valle, che si ghiaccia durante l’inverno regalando scenari bellissimi e magici.

 

Thaoe Lake, Usa
Sul confine tra Nevada e California, il lago Thaoe è di una bellezza sconcertante: famoso per la stazione sciistica sulle montagne della Sierra Nevada e per l’acqua cristallina circondata da 116 chilometri di costa, è così bello che i due stati nordamericani ne rivendicano il possesso. Tanti sono i cottage e gli alberghi posizionati intorno al lago che consentono di organizzare piacevoli soggiorni, sia invernali per chi ama lo sci, sia per le passeggiate o gli sport acquatici nelle altre stagioni. C’è una curiosità legata al lago: qui, infatti, vennero girati alcuni film, tra cui molte scene de Il Padrino-Parte II, diretto da Francis Ford Coppola.



Crater Lake, Usa
Occupa una caldera vulcanica estinta nello stato dell’Oregon ed è il lago più profondo degli Stati Uniti, caratterizzato dal colore blu intenso, quasi elettrico, delle sue acque. Bello e suggestivo, il lago Crater sorge nel cuore dell’omonimo parco nazionale, famoso per i suoi paesaggi lunari e i grandi pinnacoli di roccia. Tanti sono i tour panoramici che si possono fare intorno al lago tra boschi di pini e abeti rossi e le escursioni in barca, anche per chi ama pescare. I punti panoramici per godersi la bellezza del lago sono sulla sponda occidentale, vicino a Watchman, da dove si vedono Wizard Island, la punta del cono vulcanico che emerge dalle acque, e Phantom Ship, un altro picco vulcanico che durante i periodi di nebbia sembra proprio un vascello fantasma.

 

Wakatipu Lake, Nuova Zelanda
Frequentato dagli sportivi e da chi fa vacanze “in the wild”, scelto dai registi che vi girano film e amato per i romantici soggiorni che offre sulle sue rive, il Wakatipu è il terzo lago più grande della Nuova Zelanda, un luogo spettacolare e magico nella regione meridionale dell’isola. Queenstown, Kingston, Glenorchy e Kinloch sono le località che lo circondano, ricche di scorci panoramici e di antiche leggende Maori. A queste si appellano gli abitanti del lago per trovare una spiegazione allo strano fenomeno naturale del Wakatipu e al suo insolito innalzamento e abbassamento del livello dell’acqua, quasi come se respirasse. Il lago Wakatipu regala un’affascinante scenario per chi ama fare trekking, escursioni nelle foreste, parapendio, bungee jumping, sci e, ovviamente, sport acquatici.

 

HallstätterSee, Austria
Nel Salzkammergut, regione dell’Austria nordoccidentale, il lago di Hallstatt è un luogo suggestivo e incantevole, la cui bellezza è amplificata dalle acque cristalline, dall’azzurro del cielo e dalle cime delle montagne che vi si riflettono. In particolare in questa stagione la sua bellezza cresce con la nebbiolina che sale dall’acqua del lago e avvolge i folti boschi e, sulla riva occidentale, il borgo di Hallstatt, patrimonio dell’Umanità, famoso per le miniere di sale, le più antiche del mondo. Il borgo è il punto panoramico migliore per godersi la vista del lago, spesso affollato di turisti, ma perfetto per ammirare le dolci acque.

 

Pangong Tso, India
E’ il più grande lago della catena montuosa dell’Himalaya, nella regione indiana del Ladakh. Sorge a un’altezza di più di 4mila metri e d’inverno si ghiaccia completamente nonostante l’acqua sia salata; il Pangong, infatti si può visitare soltanto da maggio a settembre. Il suggestivo lago si trova a cinque ore di automobile dalla città di Leh e il viaggio per raggiungerlo non è tra i più comodi, per la presenza di strade di montagna dissestate e tortuose. La fatica, tuttavia, è ripagata dalla bellezza dell’insolito lago, dove non ci sono pesci ma solo piccoli crostacei e numerose specie di uccelli.

 

Loch Duich, Scozia
E’ il lago di Eilean Donan, il famoso castello del XIV secolo simbolo della Scozia, che sorge sull’isola al centro della confluenza di tre laghi che formano il Duich, nelle Highlands occidentali. Lungo la sua riva meridionale, in direzione Letterfearn, si arriva di fronte al castello da dove si gode un’ottima vista con le montagne sullo sfondo. Il punto panoramico più bello, tuttavia, è sul lato opposto, al Carr Brae Viewpoint, dopo una passeggiata che sale fino al punto in cui si vede il lago dall’alto: il paesaggio è incantevole con tutta la vegetazione che lo circonda. E’ obbligatoria anche una visita al castello, raggiungibile da un ponte in pietra.

Lago Pehoe, Cile
Sorge in uno dei parchi nazionali più belli del Cile, il Torres del Paine, nella regione di Magallanes, a sud del Paese. Raggiungere il lago è complicato: si viaggia su strade sterrate anguste e lente ma la fatica è ripagata dalla bellezza del posto, dove si possono incontrare puma e condor. I colori dell’acqua sono stupefacenti e le montagne innevate e i ghiacciai che incorniciano il lago ne completano la bellezza. E’ possibile attraversare il Pehoe in catamarano e raggiungere sentieri che si inoltrano nelle foreste o in punti panoramici disposti sul lungolago.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Foto