Turismo: in Sardegna primo circuito hotel di charme

Patto tra otto alberghi dal nord al sud dell' Isola

Redazione ANSA ORISTANO

(di Francesco Pinna) (ANSA) - ORISTANO - L'Agnata di de Andrè a Tempio, il Bajaloglia Resort a Castelsardo, Corte fiorita a Bosa, Hotel Lucrezia a Riola Sardo, l'Antica Locanda Lunetta a Mandas, lo Stazzu lu Ciaccaru ad Arzachena. la Maison Miramare a Cagliari, Sa Domu antiga a Gergei e l'Alghero Country Resort naturalmente ad Alghero. Otto piccoli alberghi di charme, nessuno con più di 40 posti letto, che offrono, ciascuno con le sue esclusività, il meglio della Sardegna in termini non solo di ospitalità, servizi e cucina, ma anche di ambiente, territorio e tradizioni.
    Ognuno diverso dagli altri soprattutto per caratteristiche architettoniche, ma tutti accomunati dalla condivisione di una stessa filosofia: fare impresa mettendo al centro di tutto l'ospite. Ora, dopo aver raggiunto il successo singolarmente, i vari hotel hanno deciso di mettersi insieme fondando 'Boutique Sardinia', "prima rete di ospitalità autentica nell'Isola", sottolineano i promotori.
    Il sodalizio si rivolge a una fascia di turisti che avevano in qualche modo anticipato la nascita dell'alleanza tra gli otto alberghi, perchè in tanti già trascorrevano il loro soggiorno in Sardegna di una o due settimane spostandosi da una struttura all'altra. Sono turisti che amano la privacy e l'esclusività, non temono di spendere ma lo fanno a ragion veduta, viaggiano spesso e volentieri in coppia, sono interessati ai prodotti, alla cultura, alle tradizioni locali e alla cucina tipica ma anche e sempre di più ai servizi di wellness.
    "E' il modello di turismo che sta crescendo di più in tutto il mondo", ha spiegato la consulente turistica Tiziana Tirelli durante la presentazione ufficiale di Boutique Sardinia a Oristano, sottolineando che la concorrenza è fortissima ma che la prima rete di alberghi di charme dell'Isola ha tutte le carte in regola per vincere la sfida.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA