La magia dell'autunno in 12 luoghi spettacolari

Dal Canada al Trentino, dall’Irlanda al Giappone

Redazione ANSA

di Ida Bini

 

E’ esplosa la moda del foliage, l’emozionante esperienza di passeggiare nei boschi e nei parchi per ammirare le foglie degli alberi che in questa stagione si colorano di giallo, di rosso, di arancio e di viola. Per scoprire le romantiche tonalità autunnali della natura ogni anno si pubblicano un gran numero di libri fotografici e di guide turistiche, mentre sul web si moltiplicano mappe e persino app che aiutano i viaggiatori a trovare i paesaggi più affascinanti. Ecco un nostro personale elenco delle mete più belle.

 

1. Colorado, Usa
L’autunno in Colorado regala panorami incantevoli e scorci ricchi di fascino; è un paradiso per i fotografi e per chi ama camminare nella natura. Tanti sono i percorsi e le strade panoramiche che hanno ottenuto la denominazione di scenic byway, itinerari che permettono di scoprire laghi, cottage, fiumi e boschi colorati e che ripercorrono le tappe più importanti della storia dello Stato. Due sono imperdibili: Peak to Peak, la strada panoramica più antica del Colorado, che attraversa le vecchie città minerarie del Rocky Mountain National Park e la Road to the Sky, un percorso immerso nelle foreste nazionali di San Juan, attraverso le bellissime terre degli indiani nativi Cheyennes, Navajos e Arapaho, nomi che evocano leggende, avventure e storie viste al cinema.

2. Val di Non, Italia
Il Trentino è uno splendore anche in autunno: i boschi di larici, i meleti e i vigneti si tingono di mille sfumature di rosso e di giallo, il cielo è terso e azzurro e le cime già imbiancate ne completano il paesaggio mozzafiato. Ovunque nelle valli si organizzano escursioni tra i boschi e passeggiate “golose” tra baite e malghe alla scoperta dei sapori e delle tradizioni regionali. Tante sono le manifestazioni legate al territorio, come Pomaria, profumata e colorata festa del raccolto delle mele, che si svolge nella Val di Non, la più ampia valle del Trentino occidentale, il 10 e l’11 ottobre. Per l’occasione un trenino porta i visitatori nei principali meleti e tra i borghi di pietra della Valle. La festa è anche l’occasione per scoprire le antiche tradizioni gastronomiche locali: canederli, gnocchi al grano saraceno, patate rostide, prodotti tipici del Trentino presenti nei menu dei migliori ristoranti della zona.

3. Wicklow, Irlanda
Le acque cristalline del fiume Vatry, che scorrono lungo i 22 acri dei Mount Usher Gardens, amplificano la bellezza, romantica e malinconica, dei colori autunnali delle numerose varietà di piante e arbusti presenti nel giardino privato della contea Wicklow, sul versante orientale d’Irlanda. Passeggiando lungo il Maple Walk si ammirano l’oro, il viola e il rosso degli aceri giapponesi e dei larici del giardino, che raccoglie dal 1868 cinquemila specie di piante e di alberi provenienti da tutto il mondo.

4. Kyoto, Giappone
Lo spettacolo degli aceri e dei ciliegi giapponesi nel cambio di stagione è spettacolare, tanto quanto quello, più famoso, di primavera. Nei numerosi parchi di Kyoto si passeggia accanto ai magnifici templi buddisti che impreziosiscono la bellezza raffinata del paesaggio che in queste settimane regala un’infinità di sfumature e di colori. Tra i numerosi giardini presenti in città si consiglia una passeggiata nel parco del Palazzo Imperiale, nel cuore della città, con prati di grandi dimensioni e più di 9mila alberi; in quello della villa imperiale Katsura, uno degli esempi più belli di giardini giapponesi con un grande lago e un gazebo da tè; nei giardini del tempio di Ninna-ji, risalente al XVII secolo, e nel tempio di Tenryu-ji, famoso per le cascate Ryumon e per il ponte di pietra.

5. Lake District, Inghilterra
Nel nordovest dell’Inghilterra la “terra dei laghi” è un’area paesaggistica di grande fascino al cui interno sorge l’omonimo parco nazionale, visitato ogni anno da più di dieci milioni di turisti. Il grande Parco regala escursioni in barca nei tanti laghi, trekking per gli esperti con arrampicate e scalate sulla roccia e infinite passeggiate guidate nella natura con la possibilità di fare pic-nic e di osservare la flora in tutto il suo splendore. All’entrata del Parco ci sono guide e mappe per orientarsi meglio tra i tantissimi diversi percorsi da fare e i sentieri da percorrere, ognuno con le proprie caratteristiche. Molti itinerari sono pensati per i più piccoli e per chi ama pedalare tra i boschi.

6. Ahornboden, Austria
In Tirolo il Großer Ahornboden è un grande bosco di aceri che, in questa stagione, si colora di rosso e di oro; sorge a 1.200 metri d’altezza, su un altopiano circondato dalle montagne del Karwendelgebirge, già in parte imbiancate. E’ una meta ideale, non lontano da Innsbruck, da scoprire a piedi o in bicicletta all’interno del Alpenpark Karwendel, magifico parco alpino che regala uno straordinario spettacolo naturale, amplificato in questi giorni da mille sfumature di giallo.

7. Valle d’Aosta, Italia
Il lago Blu, nella Val d’Ayas, è uno dei punti più belli della Valle d’Aosta, sotto il Breuil-Cervinia, alle falde del Cervino. In queste settimane l’acqua del lago amplifica il gioco di sfumature degli alberi, colorati di rosso e di giallo, di arancio e di viola. Se d’inverno ci si arriva con le ciaspole, in autunno si passeggia tranquillamente lungo i sentieri segnalati dal pian di Verra e da Blanchard tra boschi di conifere, faggi e aceri dai toni accesi.

8. Valle d’Ordesa, Spagna
Ha quasi cent’anni il parco nazionale di Ordesa y Monte Perdido, sui Pirenei centrali, e si estende per circa 150 chilometri quadrati lungo l’omonima valle spagnola. Dominato dal massiccio del Monte Perdido, alto più di 3300 metri, il Parco ospita più di 1500 piante che in autunno regalano colori spettacolari, e numerosi ecosistemi d’origine atlantica e mediterranea. I centri che organizzano le visite sono Torla, La Pradera de Ordesa e Tella, dove è possibile organizzare le visite guidate e conoscere i tanti percorsi presenti nel Parco.

9. Ontario, Canada
Prima che si ghiaccino le acque del lago Ontario, tra il Canada e gli Stati Uniti, è bene visitare le sponde di questo immenso lago per godere dello spettacolo che regalano le sue distese boschive. In queste settimane il foliage è già iniziato: le fronde degli aceri si tingono di arancio e di rosso, creando angoli scenografici da scoprire percorrendo le strade che viaggiano intorno al lago. Sull’Ontario, che dà origine al fiume San Lorenzo e che con il lago Eire forma le famose cascate del Niagara, sorgono numerose isole: la più grande è Wolfe Island, nei pressi di Kingston, ed è raggiungibile sia dal Canada sia dagli Stati Uniti.

10. Perthshire, Scozia
Ogni autunno nel cuore della Scozia arrivano migliaia di visitatori per ammirare lo spettacolo del foliage delle Highlands, nel Pertshire meridionale. In particolare le visite si concentrano nel bosco di Faskally, attorno al villaggio di Pitlochry, per assistere a The Enchanted Forest, la manifestazione di luci e suoni che quest’anno si svolge dal 3 al 26 ottobre. Di giorno si passeggia nella natura, colorata di rosso e giallo, e la sera si dorme tra elfi, streghe e folletti in un’atmosfera incantata. E’ il luogo ideale per i bambini e per chi ama le tradizioni celtiche.

11. Baviera, Germania
Nel sudovest della Baviera, intorno al famoso e super fotografato castello di Neuschwanstein, le colline si tingono di mille colori: qui l’autunno rende la natura ancor più romantica e struggente. Passeggiando tra i boschi che lo circondano si scoprono altri castelli e la gola di Pöllat, sormontata da un ponte alto 90 metri dal quale si può godere di una splendida vista sul castello, sulle montagne bavaresi e, in lontananza, su quelle tirolesi.

12. Valle del Douro, Portogallo
E’ sempre uno spettacolo la valle del Douro, nel Portogallo del nord, ma in questo periodo in cui i vitigni si tingono di rosso è ancora più struggente. Classificata come patrimonio mondiale dall’Unesco, la Valle del fiume Douro si visita a piedi, in automobile, in bicicletta, in treno e persino in elicottero. Dai numerosi belvedere disseminati nella Valle, lungo il fiume, lo spettacolo mozza il fiato: i vigneti ricoprono il territorio, punteggiato da villaggi e borghi storici e da cantine, tutte da scoprire. Alle visite enogastronomiche si uniscono quelle paesaggiste, dove regna il fiume, e culturali: tanti, infatti, sono i musei, i castelli e le chiese che hanno fatto la storia del Paese.

ANSA > In viaggio > News > La magia dell’autunno

 

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
ChiudiCondividi