Turismo: nuovi mercati e più social, l'Enit si rilancia

Al via piano, si punta su luoghi 'minori' e sostenibilità

Redazione ANSA ROMA

(ANSA) - ROMA, 14 LUG - Uffici nei mercati emergenti, dalla Cina agli Emirati Arabi, dall'India alla Corea. Ma anche una rivoluzione dell'area digitale, "ripensando completamente il portale" e un ruolo sempre più importante dei social. Riformato e snellito nelle strutture, l'Enit lavora al rilancio con un piano triennale (2016-2018) che mira a incrementare la spesa media turistica in Italia, aumentare il volume dell'incoming, favorire lo sviluppo turistico delle destinazioni fino ad oggi meno conosciute e meno praticate, promuovere visite sostenibili.
    "Non basta contare gli arrivi, nel turismo contano gli introiti. Dobbiamo modificare il mix", avverte il consigliere Fabio Maria Lazzerini. Intanto, annuncia la presidente Evelina Christillin, è stata firmata la convenzione con il Mibact, che porterà nelle casse Enit 84 milioni in tre anni. Il sottosegretario al turismo Dorina Bianchi, rassicura: "La nuova mission Enit rientra nelle linee di attuazione del Piano Strategico per il Turismo che approveremo entro la fine di luglio".
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA