Accordi Sicilia-Cina dopo Expo

Presentati risultati delle missioni delle aziende in Asia

Redazione ANSA PALERMO
(ANSA) - PALERMO, 2 DIC - E' positivo il lavoro delle missioni Sicilia-Cina, avviate nel 2015 e che proseguiranno anche l'anno prossimo grazie alla cooperazione tra Regione, Unione europea, Enterprise Erope network (Confindustria Sicilia, Consorzio Arca e Consorzio Catania Ricerche) e sportello Sprint Sicilia. Quest'anno, anche grazie a Expo, sono stati avviati contatti importanti che, in alcuni casi, si sono tradotti in contratti di esportazione di prodotti e tecnologie.

L'occasione per fare il punto è stato un workshop nella sede di Confindustria Sicilia a Palermo. L'incontro, a cui ha partecipato anche l'assessore regionale alle Attività produttive, Mariella Lo Bello, ha analizzato il percorso di collaborazione con la Cina, intrapreso dalla Regione Siciliana e dai partner. "L'internazionalizzazione è indispensabile - ha detto Nino Salerno, vicepresidente di Confindustria Sicilia - Sicuramente il mercato cinese può dare sbocchi importanti. Le missioni hanno dato ottimi frutti. Sono moltissime le aziende che sono andate in Cina, adesso dobbiamo essere bravi a portare avanti gli accordi. C'è una crescita dell'export siciliano in Cina". Nel 2015 sono state realizzate sette missioni di incoming con 350 operatori stranieri venuti in Sicilia per fare accordi, 120 erano cinesi. (ANSA).

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA