Balich,ha vinto la flessibilità italiana

Ideatore Albero della Vita "felice" per il successo di Expo

Redazione ANSA MILANO
(ANSA) - MILANO, 31 OTT - Marco Balich, l'ideatore dell'Albero della Vita, non ha "sassolini da togliersi". Per l'ultimo giorno di Expo l'ideatore dell'Albero della Vita ha solo da "condividere una soddisfazione che è di molti. Abbiamo dimostrato al mondo che la speranza è possibile, e che l'Italia può insegnare a chiunque cosa significhi essere flessibili".

All'inizio di Expo Balich fu criticato per l'Albero della Vita. Ci fu chi disse che lo aveva copiato da altre manifestazioni, che era una creazione "pacchiana", che sarebbe stato un flop. "Oggi invece è il simbolo di un successo italiano. Questa cosa mi da' soddisfazione, naturalmente. Ma sono contento perché in quel simbolo c'è un' immagine possibile dell'Italia".

"Se Expo fosse stato un flop, oggi l'Albero sarebbe il simbolo di un flop. Invece è andata bene. Ma il merito non è mio, è di tutti coloro che hanno lavorato ad Expo" aggiunge.

senza dimenticare "coloro che lo hanno realizzato. Non crediate sia facile mettere insieme, in armonia tra loro, l'acqua e il fuoco, la musica e la luce. Gli uomini di Consorzio Brescia, invece, ci sono riusciti, e questo è un altro esempio di cosa significa 'saper fare italiano'".

Un 'saper fare' che - con l'Esposizione - ha fatto il giro del mondo, Albero della Vita compreso. "Mi fa enormemente piacere. Ora mi piace pensare che anche la cerimonia per le Olimpiadi di Rio si svolga al meglio". Lui, come creativo, ne sarà uno degli artefici.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA