Caffè, al via campagna Coffee4Change

In nome piccoli produttori coinvolge Illy, Lavazza, Coop, Expo

Redazione ANSA MILANO

(ANSA) - MILANO, 30 SET - Ogni anno nel mondo si consumano 500 miliardi di tazzine di caffè. Di queste ben 700 milioni vengono consumate ogni giorno in Europa. Eppure, nonostante questi numeri, la maggior parte dei piccoli produttori di caffè nel Sud del mondo vive ancora in povertà. Ecco perché Oxfam e International Coffee Organization (ICO), in collaborazione con Expo, illy e Lavazza, hanno lanciato la campagna di raccolta fondi Coffee4Change "Un caffè sospeso contro la povertà". Dal 1° al 31 ottobre sarà possibile effettuare una donazione libera a partire dall'equivalente del prezzo di un caffè o di un cappuccino. I fondi vanno a sostegno di progetti di Oxfam nel Sud del mondo riguardanti la produzione del caffè in Repubblica Dominicana, Haiti, Honduras, Uganda, Timor Est e Papua Nuova Guinea. La campagna viene presentata il primo ottobre in occasione dell'International Coffee Day, il primo evento mondiale sulla sostenibilità della filiera del caffè promosso da ICO, nella cornice del Global Coffee Forum. "Dentro ogni tazzina di caffè che beviamo, c'è il lavoro di oltre 25 milioni di piccoli produttori del Sud del mondo e molti di loro ancora oggi vivono in povertà - afferma il direttore generale di Oxfam Italia, Roberto Barbieri - .Coffee4Change è una occasione per migliorare le loro condizioni di vita e di lavoro". La campagna si ispira alla tradizione del "caffè sospeso", l'usanza tutta napoletana di lasciare un caffè pagato a beneficio di uno sconosciuto che non può permetterselo. A Expo presenti per offerte apposite urne in tutti i punti vendita illy del Coffee cluster e dei padiglioni Usa, Spagna, Germania e di Eataly e in quelli Lavazza, di Piazzetta del caffè, all'interno di Padiglione Italia, Terrazza Martini & Rossi, e presso il Supermercato del Futuro Coop. Possibile anche effettuare una donazione a partire dall'equivalente di un "caffè virtuale".

(ANSA).

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA