In Italia raccolti 2,1 mln ton plastica, si ricicla un quarto

Assorimap su economia circolare, c'è la raccolta ma manca sistema

Redazione ANSA ROMA

ROMA - In Italia entrano nel circuito dei consumi oltre 2,1 milioni di tonnellate di prodotti in plastica, con una raccolta differenziata di quasi 900 mila tonnellate e un avvio al riciclo di circa 540 mila. Questo quanto emerge dal convegno di Assorimap (l'Associazione nazionale riciclatori e rigeneratori materie plastiche) che in collaborazione con la Luiss, nella sede romana dell'università, si concentra sugli aspetti della riforma europea sui rifiuti e il ruolo del riciclo della plastica nell'economia circolare, anche per fare il punto della situazione in vista delle scadenze Ue al 2020 per una crescita sostenibile.

Tanta raccolta ma si ricicla meno
In Italia, osserva il presidente di Assorimap Walter Regis, ''si fa tanta raccolta ma poi se ne ricicla molto meno''. Viene infatti riciclato per esempio circa un quarto dell'immesso a consumo (cui bisogna aggiungere 330 mila tonnellate lavorate da operatori indipendenti). Secondo Regis il nostro Paese è si' tra i leader nella tecnologia e nell'impiantistica per il riciclo della plastica ma ancora non c'è un sistema adeguato per valorizzare le imprese che investono su queste attività.''Gli effetti - spiega il presidente di Assorimap - sono quelli di una migrazione delle aziende verso Paesi che invece hanno messo al centro delle politiche di sostenibilità un sistema di vantaggi per chi trasforma rifiuti per dare loro una seconda vita consumando meno risorse''.

Manca il sistema
Quello dell'economia circolare, dice il presidente di di Confimi Industria (Confederazione dell'industria manifatturiera italiana e dell'impresa privata) Paolo Agnelli, è ''un tema di assoluta importanza'' che ''può generare nuove opportunità per le imprese e che io per primo ho colto, rendendo il mio gruppo indipendente dalle multinazionali: con il riciclo dell'alluminio, abbattimento di CO2 e un risparmio energetico molto elevato''. Nel sistema di economia circolare, rileva Marcello Di Paola, docente del corso di 'Popolazione, ambiente e sostenibilità' alla Luiss, ''i prodotti mantengono il loro valore aggiunto il più a lungo possibile e non ci sono rifiuti''.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA