Ong chiedono legge sulla gestione degli alberi

Per evitare "pratiche distruttive come la capitozzatura"

Redazione ANSA ROMA

ROMA - Una coalizione di 13 tra enti e associazioni ambientaliste ha inviato una lettera ai ministri dell'Ambiente e dei Beni culturali, chiedendo di "emanare una norma sulle tecniche opportune per mantenere gli alberi, vietando allo stesso tempo le pratiche distruttive e controproducenti per la salute e la stabilità delle piante (e quindi pericolose per la sicurezza pubblica) quali le potature drastiche tramite capitozzatura o simili".

I firmatari sono Coordinamento Nazionale Alberi e Paesaggio, Federazione Nazionale Pro Natura, Lipu - BirdLife Italia, Respiro Verde Legalberi, Forum Nazionale Salviamo il Paesaggio, Gruppo di Intervento Giuridico Onlus, Stop al Consumo di Territorio, ISDE Italia - Medici per l'Ambiente, GUFI - Gruppo Unitario Foreste Italiane, AIVP - Associazione italiana Professionisti del Verde, Erythros, Terra Nuova Edizioni, Comitato per la Bellezza.

"In Italia è già operativa la Legge n.10 del 14 gennaio 2013 che si pone come un ottimo punto di partenza per sottolineare l'importanza del verde urbano - scrivono le ong -: inoltre il ministero dell'Ambiente ha prodotto documenti strategici e linee guida. Tutto questo è importante, ma non basta per assicurare un approccio moderno e corretto alla gestione degli alberi. Per questo motivo, chiediamo una legge che regolamenti seriamente la materia". Le associazioni hanno chiesto di incontrare i ministri per collaborare a questo percorso.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA