Nel Cilento il viaggio Jti, celebra la difesa dell'ambiente

In 13 località premiate da Fee con Bandiere blu e Spighe Verdi

Redazione ANSA ROMA
(ANSA) - ROMA, 5 SET - E' la Campania la protagonista assoluta della seconda edizione del "Jti Clean Way", un viaggio a tappe all'insegna della sostenibilità ambientale che oggi e domani toccherà 13 località del Cilento certificate Bandiera Blu e Spighe Verdi, raccontando l'impegno dalle comunità locali a difesa dell'ambiente. Il progetto è di Fee Italia (Foundation for Environmental Education) - che assegna le bandiere blu per la qualità ambientale delle località sul mare e le Spighe Verdi ai Comuni che valorizzano il proprio patrimonio rurale - e Jti (Japan Tobacco International), uno dei maggiori produttori di tabacco a livello internazionale.

Il viaggio parte da Capaccio-Paestum, località che per il quarto anno consecutivo si è aggiudicata la Bandiera Blu - si legge in una nota - e farà tappa ad Agropoli, Comune insignito del duplice riconoscimento di Bandiera Blu e Spighe Verdi, proseguendo poi per le località Bandiera Blu di Castellabate, Montecorice, San Mauro Cilento, Pollica (Acciaroli), Casal Velino e Ascea. Raggiungerà Pisciotta, Centola-Palinuro, Ispani, Vibonati e si concluderà a Sapri, ultima tappa dell'itinerario.

"Il travel blogger Alessandro Marras e l'Account Manager della Community IgersCampania, Raffaele Monaco, a bordo dell'auto", una Nissan Leaf 100% elettrica che consentirà di abbattere le emissioni di anidride carbonica, rendendo il tour a impatto zero, "attraverseranno il litorale tirrenico del Cilento e arriveranno a Sapri (SA), collegando virtualmente i Comuni che hanno valorizzato e investito in sostenibilità nella gestione del proprio territorio" con il coinvolgimento di istituzioni, imprese e cittadini e che hanno per questo ottenuto nel 2018 le eco-label di Bandiera Blu o Spighe Verdi.

Tra le principali azioni virtuose celebrate dal progetto, la promozione di programmi per favorire uno stile di vita sano, l'installazione di colonnine per la ricarica delle auto elettriche, la protezione dell'area dunale e delle piante tipiche, l'investimento dei proventi dell'imposta di soggiorno in servizi gratuiti per i turisti.(ANSA).

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA