Norme Ue su CO2 auto, Italia fuori elenco Paesi da sostenere

Regolamento punta su veicoli 100% elettrici e vendite ZLEV

Redazione ANSA ROMA
(ANSA) - ROMA, 24 GEN - Italia tra gli esclusi dall'elenco dei Paesi da sostenere con i meccanismi di compensazione che l'Unione Europea adotterà nell'ambito della nuova regolamentazione delle emissioni di CO2 per il 2025 e il 2030.

La scorsa settimana, segnala il sito francese Autoactu.com, i ministri degli Stati membri hanno 'rifinito' il testo su cui avevano raggiunto un compromesso Commissione, Parlamento e Consiglio Ue. L'aspetto più rilevante del regolamento riguarda i veicoli 100% elettrici e a basse emissioni (ZLEV) e la cosiddetta 'compensazione' che in funzione degli obiettivi molto severi di riduzione della CO2 (nel 2025 -15% per auto e furgoni; nel 2030 -37,5% per le auto e -31% per i furgoni) prevede diversi meccanismi per tenere conto di determinate realtà di mercato. Tra questi è proposta l'attribuzione di un maggiore 'peso' alle vendite di ZLEV nei Paesi dove la penetrazione è inferiore al 60% rispetto alla media UE (limite allo 0,76%, o vendite superiori a 1.000 veicoli). Uscite da questo elenco 'avvantaggiato' Danimarca (0,52% ZLEV con 1.148 immatricolazioni), Spagna (0,52% con 6695 immatricolazioni) e Italia (0,11% con 2.147 immatricolazioni). Il peso delle vendite di auto elettriche o ibride plug-in non sarà 'compensato' anche in Svezia (5,2%), Olanda (2,24%), Finlandia (1,98%), Austria (1,82%), Regno Unito (1,78%), Lussemburgo (1,72%), Belgio (1,70%), Portogallo (1,68%), Francia (1,51%), Germania (1,41%) e Ungheria (0,94%). L'aiuto alla diffusione degli ZLEV sarà invece dedicato a 14 Paesi: Irlanda, Bulgaria, Slovenia, Slovacchia, Lettonia, Malta, Lituania, Romania, Polonia, Estonia, Repubblica Ceca, Grecia, Cipro e Croazia. (ANSA).

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
TI POTREBBERO INTERESSARE ANCHE: