Scooter elettrici e condivisi, a Milano parte Cityscoot

Al via 500 mezzi, a breve saranno 1.000. Prossimo obiettivo Roma

Redazione ANSA MILANO
(ANSA) - MILANO, 18 GEN - Dopo aver conquistato le strade di Parigi e di Nizza, gli scooter elettrici e condivisi di Cityscoot sono pronti a invadere le vie del capoluogo lombardo.

Dopo un mese circa di sperimentazione in ''sordina'', l'iniziativa è partita ufficialmente il 17 gennaio. Alla presenza dell'assessore alla Mobilità e all'Ambiente del comune meneghino, Marco Granelli, il general manager di Cityscoot Italia, Gianni Galluccio, ha dato il via all'impresa. Si parte con 500 mezzi, tutti elettrici, una flotta di due ruote 'green' di colore bianco e azzurro che è destinata a breve a raddoppiare, sino a raggiungere le mille unità. La tappa successiva sarà lo sbarco a Roma, previsto a metà 2019, sempre con un parco iniziale di 500 scooter. Il servizio a flusso libero permette agli abbonati di prendere e rilasciare i mezzi da utilizzare in qualunque parte della città all'interno della ''Zona Cityscoot''. Questa comprende l'intera zona della circonvallazione 90/91 più alcune isole esterne come Bicocca, Rogoredo e la zona intorno all'Università IULM. Gli utenti possono comunque ''sconfinare'' durante la guida. Si pagano solo i minuti di utilizzo effettivo: costo 0,29 euro al minuto. Chi prevede un utilizzo intenso può acquistare il pacchetto CityRider: 100 minuti a 22 euro, con 7 euro di risparmio. Equipaggiati con un motore elettrico che assicura una velocità massima di 46 km/h, gli scooter Govecs S1.5 condivisi possono essere prenotati gratuitamente con 10 minuti di anticipo, utilizzando uno smartphone, tramite una app specifica. Terminato l'utilizzo non ci si dovrà preoccupare di attaccare la spina alla rete per la ricarica delle batterie.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
TI POTREBBERO INTERESSARE ANCHE: