Abb, Italia fatica su e-mobility ma ha chance

Mehta, sosteniamo paese su sviluppo mobilità sostenibile

Redazione ANSA MILANO
(ANSA) - MILANO, 28 NOV - La e-mobility si sta sviluppando molto velocemente in tutta Europa. L'Italia fatica un po' a tenere il passo ma crediamo che, con un quadro regolatorio adatto e l'impegno del governo italiano, avrà presto un certo numero di macchine elettriche sulle strade". E' quanto sostiene il presidente della divisione Abb Electrification Products, Tarak Mehta, aggiungendo che nel mondo i veicoli elettrici raggiungeranno quota 125 milioni entro il 2030 contro i 3 milioni di oggi (previsioni della International Energy Agency).

"Penso che l'Italia abbia le chance per raggiungere gli standard europei e come Abb siamo molto felici di sostenere i cittadini italiani e il governo affinché il paese possa avere successo nello sviluppo della mobilità sostenibile. Quindi il futuro mi sembra abbastanza luminoso perché l'industria si sta muovendo", afferma Mehta, spiegando che la e-mobility in Italia rappresenta, "non solo un'opportunità per migliorare l'ambiente, ma anche un supporto alla crescita economica e all'occupazione".

Il colosso svizzero punta a diventare leader tecnologico per la mobilità elettrica e sostenibile, assumendo un ruolo centrale nell'adozione di massa dei veicoli elettrici. Ad oggi Abb detiene la più ampia base installata di stazioni di ricarica rapida per veicoli elettrici in tutto il mondo, con "oltre 8.000 colonnine di ricarica rapida, in circa 70 paesi", che consentono una ricarica di 200 chilometri in 8 minuti. "Mobilità sostenibile - sottolinea Mehta - significa operare affinché, nel passaggio all'elettrico, l'energia che utilizziamo per gli spostamenti di persone, beni e merci, venga da fonti sostenibili, perché il progresso tecnologico deve essere accompagnato dalla sostenibilità". (ANSA).

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
TI POTREBBERO INTERESSARE ANCHE: