Gava, accelerare i processi sulla mobilità sostenibile

Sott.all'Ambiente, soprattutto car sharing e trasporto pubblico

Redazione ANSA ROMA
(ANSA) - ROMA, 24 SET - Imprimere una energica accelerazione a processi già avviati soprattutto per il car-sharing e per il trasporto pubblico, per abbattere le emissioni di gas a effetto serra. La sollecitazione arriva dal sottosegretario al ministero dell'Ambiente Vannia Gava a conclusione della "Settimana Europea della Mobilità Sostenibile", che "è stata un'occasione importante per pesare la mobilità nel complesso delle tematiche ambientali".

Il settore dei trasporti, ricorda il sottosegretario, "è la fonte di circa un terzo delle emissioni di gas serra e ha altrettanto rilievo nella produzione dell'inquinamento dell'aria nei centri urbani, polveri sottili in primo luogo. Un comparto complesso che implica scelte chiare e univoche sia a livello nazionale che locale, un orientamento chiaro del settore industriale dei trasporti, ma anche un salto di qualità culturale da parte dei cittadini".

"In questa chiave - prosegue - le iniziative della Settimana della Mobilità che si sono svolte in oltre 100 città italiane, hanno un forte valore di sensibilizzazione e contaminazione culturale".

In Italia la sharing mobility, rileva Gava, "cresce e ha punte di eccellenza soprattutto a Milano, che si conferma il fiore all'occhiello per il car-sharing". Secondo il sottosegretario, bisogna "aiutare la crescita e non ostacolarla, ad esempio trovando spazi per i parcheggi, per le stazioni di ricarica dei veicoli elettrici. Per il rinnovo del parco mezzi sono già stanziati 3,7 miliardi per i prossimi anni".

"Ma anche qui ci vuole efficienza e chiarezza - ha concluso Gava -. Abbiamo trovato grande confusione con più fonti istituzionali che avevano ciascuna dati diversi sul parco dei bus circolanti e sull'età media dei mezzi. I fondi ci sono, l'efficienza fino a ieri è mancata. Dobbiamo recuperarla in fretta e spendere laddove ci sono le emergenze più serie".

(ANSA).

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
TI POTREBBERO INTERESSARE ANCHE: