A Metz il G7 Ambiente sulla lotta alle disuguaglianze

Fra i temi in discussione in Francia anche biodiversità e clima

Redazione ANSA ROMA

ROMA - Lotta alle disuguaglianze, biodiversità e clima sono i temi del G7 dei ministri dell'Ambiente che si apre domenica a Metz in Francia. Per l'Italia sarà presente il ministro Sergio Costa (M5S). La riunione proseguirà fino a lunedì 6. Oltre ai Paesi del G7, a Metz saranno presenti rappresentanti di Cile, Egitto, Gabon, Isole Fiji, India, Indonesia, Messico, Niger e Unione europea.

"La Francia fa della lotta contro le disuguaglianze la sua ambizione centrale", si legge sul sito del Ministero francese della Transizione ecologica. Le priorità del G7 Ambiente francese sono quattro: "Lottare contro le disuguaglianze per la transizione ecologica e solidale; sostenere gli allarmi scientifici e la mobilitazione internazionale sulla biodiversità e il clima; promuovere soluzioni concrete per il clima e la biodiversità; finanziare la conservazione della biodiversità".

Metz si trova nel nordest della Francia, al confine con Belgio, Lussemburgo e Germania. E' stata scelta dal Ministero per ospitare la riunione per la sua posizione strategica e per il suo impegno per la riduzione delle emissioni di gas serra. La città ha investito 200 milioni di euro per costruire una centrale a biomasse, una eolica e una fotovoltaica. In questo modo è arrivata ad avere un terzo del suo mix energetico da rinnovabili, che è l'obiettivo della Francia al 2030.

Il G7 vero e proprio, con il summit dei capi di stato e di governo, si terrà a Biarritz dal 24 al 26 agosto.

Il ministro dell'Ambiente Sergio Costa a Metz avrà bilaterali con tutti i suoi colleghi, per sostenere la candidatura dell'Italia ad ospitare la conferenza dell'Onu sul clima del 2020, la Cop26. Costa pensa a una "Cop dei giovani", con i ragazzi che si confrontano direttamente coi ministri.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA