Costa, istituite 92 nuove aree protette nel Mezzogiorno

In Puglia, Molise, Abruzzo e Basilicata. A breve 104 in Campania

Redazione ANSA ROMA

Il ministro dell'Ambiente, Sergio Costa (M5S), ha firmato giovedì sera i decreti per l'istituzione di 92 nuove aree protette. Lo ha annunciato lo stesso ministro a margine degli auguri di fine anno con i giornalisti. Si tratta di Zone di speciale conservazione (Zsc) in Puglia, Molise, Abruzzo e Basilicata. La mancata istituzione di queste aree protette, previste dalla Rete natura 2000 della Ue, alla quale l'Italia aderisce, è costata al nostro paese una procedura di infrazione.

Di queste 92 Zsc, 24 sono in Puglia, fra le quali le Isole Tremiti e la Foresta Umbra. In Molise ce ne sono 25: le più importanti sono le foci del Tringo e del Biferno. La regione con più Zone è l'Abruzzo, con 42: fra le altre ci sono il Lago di Scanno, il Sirente-Velino, il Monte Genzana e il Parco dei Simbruini. Una zona è in Basilicata, il lago di Rendina.

I decreti firmati dal ministro permettono alle Regioni di fare i piani di gestione per le aree protette. La Rete Natura 2000 prevede l'istituzione di 410 Zsc in Italia. Il ministro Costa conta di istituire altre 104 Zsc in Campania entro febbraio: ieri ha firmato la lettera al governatore Vincenzo De Luca per sottoporgli la lista. Entro l'estate Costa vuole arrivare a 350 Zsc.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA