Dissesto suolo: in Italia persi 7 mq al secondo, urge legge

Ibimet-Cnr, provvedimenti siano efficaci ed efficaci

Redazione ANSA ROMA
(ANSA) - ROMA, 12 NOV - Il suolo è una risorsa deperibile e non rinnovabile che in Italia va perduta al ritmo di 7 mq al secondo (dati Ispra) e che deve essere tutelata con provvedimenti urgenti ed efficaci, come il disegno di legge sul consumo di suolo in discussione in Parlamento. E' questo in estrema sintesi il messaggio dell'e-book 'Il consumo di suolo: strumenti per un dialogo', pubblicato dall'Istituto di biometeorologia del Consiglio nazionale delle ricerche (Ibimet-Cnr) e che raccoglie i contributi degli esperti e dei portavoce della società civile intervenuti all'omonimo convegno organizzato dal Cnr all'Expo di Milano, per discutere le criticità del nostro territorio e formulare proposte condivise rivolte ai decisori politici. "La soluzione di questo problema - afferma Michele Munafò dell'Ispra - è indifferibile: si calcola che il 20% della fascia costiera italiana sia ormai perso, in una cementificazione che non ha risparmiato neanche 34.000 ettari di aree protette e zone a rischio idrogeologico, come riportato nell'ultimo rapporto sul consumo di suolo redatto da Ispra". Non solo: la progressiva impermeabilizzazione del territorio avviene soprattutto sulle zone pianeggianti più fertili e produttive e impedisce non soltanto l'assorbimento delle piogge, aumentando il rischio di alluvioni, ma anche lo stoccaggio di CO2 di cui il comparto suolo è responsabile per il 20%, a tutto danno dell'atmosfera.

Dunque per gli esperti il suolo è un bene deperibile da preservare tramite azioni comuni per tutte le regioni. "La nostra speranza - conclude Teodoro Georgiadis, ricercatore dell'Ibimet-Cnr - è che i contenuti raccolti possano contribuire a migliorare una legge dello Stato visto cher ci troviamo in un momento cruciale dell'iter legislativo del ddl, approvato il 28 ottobre dalle Commissioni Ambiente e Agricoltura e tuttora in fase di esame alla Camera".(ANSA).

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
TI POTREBBERO INTERESSARE ANCHE: