Spagna contro plastica in oceani, aderisce a campagna Onu

È il 32/mo Paese che si unisce alla lotta di Clean Seas

Redazione ANSA ROMA
(ANSA) - ROMA, 19 OTT - Anche la Spagna si impegna a lottare per oceani senza plastica e aderisce alla campagna dell'Onu "Clean Seas". È il 32/mo Stato che sposa l'iniziativa e per le Nazioni Unite si tratta di un segnale importante per tutto il bacino del Mediterraneo dove di recente sono state riscontrate concentrazioni di detriti simili a quelle dell'isola di plastica del Pacifico.

"I nostri oceani sono fondamentali per la nostra sopravvivenza e dobbiamo fare di tutto per proteggerli", ricorda Erik Solheim, capo dell'Unep, il programma ambientale dell'Onu.

La plastica causa danni ambientali e problemi alla salute, sottolinea l'Unep: inquina, uccide uccelli, pesci e altri animali che la scambiano per cibo, danneggia attrazioni turistiche e mina anche la pesca. Eppure l'utilizzo di questo materiale continua a crescere: l'Onu calcola che fino al 2015 l'umanità ha prodotto 8,3 miliardi di tonnellate di plastica. Di questi 6,3 miliardi sono già finiti nella spazzatura e 8 milioni ogni anno finiscono negli oceani. La maggior parte di questi rifiuti arriva da plastica usa e getta, come sacchetti per la spese e bicchieri, e dalle microplastiche che si trovano nei prodotti cosmetici. (ANSA).

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA