Maltempo: Coldiretti, -30% prezzi legno allarme speculazione

Danni ambientali ed economici, legno italiano non va svenduto

Redazione ANSA ROMA
(ANSA) - ROMA, 11 NOV - Allarme speculazione sui prezzi del legno alla segheria crollati di oltre il 30% dopo l'ultima ondata di maltempo che ha raso al suolo 14 milioni di alberi fra Trentino, Veneto, Lombardia e Friuli Venezia Giulia. E' quanto emerge da un'analisi di Coldiretti su dati Federforeste in occasione della Giornata del Ringraziamento, l'11 novembre, che chiude tradizionalmente il bilancio di un anno di lavoro nelle campagne e che quest'anno è stata segnata da una devastante ondata di maltempo che ha provocato la decimazione di intere foreste. ''Ai danni ambientali provocati dal vento eccezionale che ha abbattuto le piante si aggiungono ora - denuncia la Coldiretti - quelli economici con effetti sul piano occupazionale e il rischio spopolamento nelle aree di montagna.

Il disastro - afferma la Coldiretti - sta attirando le attenzioni degli speculatori con le piante abbattute entrate nel mirino delle segherie austriache che nei giorni scorsi hanno anche sorvolato in elicottero le aree del disastro. Per fermare un effetto-valanga sull'intera produzione nazionale - spiegano Coldiretti e Federforeste - il consiglio, anche per chi non si trova nelle aree colpite, è di non svendere a chi vuole il avere legno italiano a prezzi di saldo''.

L'Italia importa più dell'80% del legno necessario ad alimentare l'industria del mobile, della carta o del riscaldamento per un importo di 4 miliardi nel 2017 ed un incremento del 5% nei primi sette mesi. Coldiretti e Federforeste fanno appello all'industria del mobile e dell'artigianato di valore, che vantano primati a livello mondiale, perché tornino ad utilizzare con responsabilità il legno italiano per superare l'emergenza e garantire un futuro ai territori colpiti.(ANSA).

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA