Responsabilità Editoriale Gruppo Italia Energia

Il fotovoltaico ai tempi del prosumer guarda alla domotica

Come le nuove tecnologie IoT hanno cambiato la strategia del settore negli ultimi anni (articolo di Canale Energia)

Canale Energia - Passato l’impasse dello stop agli incentivi, dal 2017 il mercato degli impianti per la produzione di energia da fotovoltaico ha ripreso a crescere. La innovazione nel settore è l‘integrazione con l’IA per controllare da remoto consumi e tecnologia domestica.

Abbiamo analizzato questo cambiamento con Gian Maria Debenedetti, amministratore delegato di Evolvere, azienda che si occupa di generazione distribuita di energia da fonti rinnovabili, in occasione dell’ultimo bilancio pubblicato. L’idea di fondo è quella realizzare un potenziale di servizi tramite la generazione da fotovoltaico realizzata dalla sinergia tra più istallazioni di prosumer, cioè consumatori produttori. Peer to peer e Uvam (Unità Virtuali Abilitate Miste) trasformano il consumatore in prosumer che può guadagnare o risparmiare nei consumi. Il successo di questa scelta è confermato dal Bilancio di sostenibilità 2018: 32,2 milioni di € di valore economico generato con 23,9 milioni di valore distribuito, tramite 10.600 contratti attivi, 10.000 impianti di proprietà o gestiti (+15% rispetto al 2017) per un totale di 56MW di capacità installata con un risparmio di 31.000 tonnellate di CO2.

Un passo successivo sarà quello relativo alle comunità energetiche nei condomini, previste dal Piano nazionale integrato energia e clima. Queste sommate alle funzionalità dello storage, permetteranno di transitare da uno scambio virtuale a uno reale, completando il passaggio definitivo verso la generazione distribuita.