Responsabilità Editoriale Gruppo Italia Energia

Batterie Ue, arriva la piattaforma per investimenti e innovazione

L’iniziativa “BatteRIes Europe” lanciata dal commissario Sefcovic. Intanto la Germania ragiona su un “masterplan” per la mobilità elettrica (articolo di Quotidiano Energia)

Quotidiano Energia - “Il pilastro per la ricerca e l’innovazione della Battery Alliance”. Il vice-presidente della Commissione Ue responsabile dell’Unione dell’energia, Maros Sefcovic, definisce così la piattaforma tecnologica e per gli investimenti “BatteRIes Europe” lanciata oggi a Bruxelles. L’iniziativa, nata dalla collaborazione dell’esecutivo Ue con la Bei e con il network InnoEnergy, sarà in grado secondo Sefcovic di generare un flusso di risorse nell’ordine dei 70 miliardi di euro nei prossimi 3 anni.
BatteRIes Europe, spiega il commissario Ue, “è un ombrello per le attività di ricerca nel settore delle batterie” e “sarà il luogo privilegiato per la cooperazione lungo tutta la catena del valore e con gli strumenti di finanziamento, riunendo anche enti di ricerca, industria, autorità pubbliche, Stati membri e Regioni”. “Non partiamo da zero”, nota ancora Sefcovic, perché “riprendiamo il lavoro per le batterie svolto nell’ambito del Set-Plan e dell’Agenda Strategica per i trasporti”.

Il commissario rileva poi di attendere “nelle prossime settimane” la prima notifica di un consorzio per gli investimenti di comune interesse europeo,  assicurando inoltre il pieno coinvolgimento di Bruxelles nell’iniziativa lanciata oggi. “Dobbiamo superare i confini, l’integrazione è fondamentale”, sottolinea Sefcovic, citando come esempio delle tecnologie da approfondire “le batterie bidirezionali” del vehicle-to-grid e vehicle-to-home.

Ieri intanto si è tenuta a Berlino una riunione del tavolo sulla mobilità presieduto dalla cancelliera, Angela Merkel, a cui hanno partecipato secondo quanto riporta “Handelsblatt” i numeri uno di VW e Bmw, Herbert Diess e Harald Kruger, oltre al presidente della Vda, Bernhard Mattes, e ai ministri dell’Economia, dell’Ambiente, delle Finanze e dei Trasporti, Peter Altmaier, Svenja Schulze, Olaf Scholz e Andreas Scheuer.

Il quotidiano tedesco rivela che nella riunione si è parlato di un “masterplan” rivolto in primis alle stazioni di ricarica, con l’obiettivo di arrivare a 10 milioni di auto elettriche circolanti al 2030, ma non sono stati affrontati in questa fase temi finanziari, rimandati ad un prossimo incontro.