In Europa il 50% di elettricità dalle rinnovabili nel 2040

Rapporto BP, nel mondo le fonti pulite supereranno il carbone

Redazione ANSA ROMA

ROMA - Le rinnovabili saranno la prima fonte di energia elettrica globale entro il 2040, superando il carbone. L'eolico, il solare e le altre fonti verdi daranno al Pianeta quasi il 30% di tutta l'elettricità consumata, cifra che in Europa arriverà al 50%. La previsione è contenuta nell'ultimo Outlook di BP.

Il ritmo a cui le rinnovabili stanno penetrando nel sistema energetico mondiale è più veloce di qualsiasi altra fonte nella storia, si legge nel rapporto. Le fonti pulite al momento forniscono circa il 10% dell'elettricità su scala globale, e dovrebbero raggiungere il 20% nel 2030 per poi arrivare a sfiorare il 30% nel 2040. L'andamento è inverso a quello del carbone, che dal 40% attuale scenderà sotto al 30%. Sempre al 2040, il gas sarà al 20%, poco al di sotto di idroelettrico più nucleare.

Sempre secondo BP, il petrolio manterrà un "ruolo di primo piano" nel mix energetico globale, sebbene le previsioni siano soggette a molte variabili. Nello scenario definito "Evolving Transition", in cui si presume che le azioni dei governi procederanno in un modo e a una velocità simili a quelli del passato recente, la domanda di petrolio continuerà ad aumentare fino al 2030, per poi diminuire.

Nello scenario di "transizione rapida" verso fonti alternative, invece, il picco massimo sarà raggiunto nei primi anni del prossimo decennio, anticipando quindi il momento in cui la richiesta inizierà a calare. La domanda di petrolio, in base allo scenario, è stimata tra gli 80 e i 130 milioni di barili al giorno. Attualmente è intorno ai 95 milioni.(ANSA).

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA