Greta a Roma incontra il Papa, "mi ha detto di andare avanti"

Costa, stiamo organizzando un incontro con lei

Redazione ANSA ROMA

Greta Thunberg, la giovane attivista svedese contro i mutamenti climatici. è arrivata a Roma. Accompagnata dalla madre Malena Ernman, è scesa alla Stazione Tiburtina di Roma con il suo cartellone "Skolstrejk for Klimatet", zaino in spalla e le treccine legate. Nessuna dichiarazione. Solo un grazie a tutti da parte della mamma. 

E' poi andata in Vaticano dove al termine dell'udienza generale in Piazza San Pietro, ha incontrato brevemente papa Francesco. Tra i due ci sono stati una calorosa stretta di mano e un breve scambio di battute. Greta, accompagnata da un giovane che reggeva un ombrello per il sole, da dietro la transenna ha mostrato al Papa, molto sorridente, un cartello bianco con la scritta "Join the climate strike" (Unitevi allo sciopero per il clima).

 "Il Santo Padre ha ringraziato e incoraggiato Greta Thunberg per il suo impegno in difesa dell'ambiente, e a sua volta Greta, che aveva chiesto l'incontro, ha ringraziato il Santo Padre per il suo grande impegno in difesa del creato". E' quanto ha riferito ai giornalisti il direttore della Sala stampa della Santa Sede, Alessandro Gisotti, sul breve incontro di stamane in Vaticano, al termine dell'udienza generale in Piazza San Pietro, tra il Pontefice e la giovane attivista svedese contro i mutamenti climatici.

 

Greta, "il Papa mi ha detto di andare avanti"

"Oggi ho incontrato Papa Francesco. L'ho ringraziato per aver parlato così chiaramente della crisi climatica. Mi ha detto di andare avanti". #fridaysforfuture # schoolstrike4climate #climatestrike. Così su Fb Greta Thunberg dopo avere incontrato Papa Francesco.

 

Costa, stiamo organizzando un incontro con Greta

"Ci stiamo organizzando per un incontro con Greta al più presto. Ne ho piacere, la seguo molto. Per noi quello che sta facendo è importantissimo: non in quanto Greta ma perché rappresenta tutti i giovani del mondo e quindi anche i giovani italiani". Lo ha detto il ministro dell'Ambiente, Sergio Costa, parlando dell'arrivo in Italia di Greta Thunberg, la ragazza svedese attivista per il clima. "In Italia il 15 marzo i ragazzi italiani sono scesi in piazza e hanno manifestato - ha rilevato Costa a margine di un evento al Coni - ma senza bandiere e senza colori né appartenenze, perché la cosa importante era manifestare per la tutela dell'ambiente e fare in modo di svegliare tutti da questa sorta di torpore in materia di tutela ambientale e ai cambiamenti climatici. Le istituzioni hanno il dovere di ascoltare Greta e i giovani per l'ambiente ma hanno anche il dovere di farli partecipare alle decisioni". "Per questo - ha aggiunto - ho già incontrato i giovani per l'ambiente alla Presidenza del Consiglio con il premier Conte e abbiamo costruito una piattaforma in modo da confrontarci perché loro possano partecipare al processo decisionale di tutela ambientale in Italia e in Europa e siamo il primo Paese che l'ha fatto".

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA