Greta, non parlate di me ma della crisi del pianeta

Dalla Cgil il palco per la manifestazione con l'attivista a Roma

Redazione ANSA

"Non so cosa direi a Donald Trump se lo incontrassi, probabilmente niente, perché con lui i fatti non funzionano. Qualcun altro dovrà convincerlo, perché io non ho tempo". Lo ha detto Greta Thunberg, la giovane attivista svedese che a 16 anni con la sua protesta contro il cambiamento climatico è divenuta un'eroina globale, in un'intervista a Sky TG24 che in onda martedì 16 aprile a partire dalle 16.

"Molte persone si sono concentrate su di me come persona - ha spiegato Greta, attesa in Italia per una serie di appuntamenti a partire da mercoledì prossimo - e non sulla crisi climatica. Questo distoglie l'attenzione dalla questione, ma se le persone parlano di me di conseguenza devono parlare anche del problema del cambiamento climatico. Non c'è molto altro che io possa fare se non continuare su questa strada, vale a dire attirare l'attenzione sulla crisi climatica".

Tra i sostenitori della manifestazione contro il cambiamento climatico con l'attivista svedese, a Roma, c'è anche la Cgil. Il sindacato fornirà il palco e tutta l'organizzazione logistica per la protesta di Fridays for future venerdì 19 a piazza del Popolo, secondo quanto trapela da Corso d'Italia. Il palco sarà alimentato, in parte, con l'energia verde prodotta da una dinamo collegata a circa 150 biciclette.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA