Ok della Camera su salvaguardia del clima e Cop 26 in Italia

Governo risulta impegnato in varie iniziative

Redazione ANSA ROMA

Sì dell'Aula della Camera, con una serie di astensioni reciproche, alle mozioni sulle iniziative in materia di cambiamenti climatici e per la promozione della candidatura dell'Italia quale paese ospitante della Conferenza Onu sul clima Cop 26 nel 2020. In base ai testi approvati, il governo risulta impegnato, tra l'altro "a promuovere, in sinergia con regioni e comuni, campagne di sensibilizzazione volte a rendere consapevoli i cittadini e, in particolar modo, gli studenti, sui rischi ambientali connessi al cambiamento climatico, anche promuovendo pratiche e accorgimenti essenziali al fine di salvaguardare l'ecosistema; ad attuare tutte le misure necessarie al raggiungimento degli obiettivi di riduzione di gas ad effetto serra; ad adottare iniziative per raggiungere l'obiettivo di una decarbonizzazione dell'economia attraverso la transizione dai combustibili tradizionali alle fonti rinnovabili; a proseguire nel percorso di raggiungimento degli obiettivi di efficienza energetica in tutti settori".

Il governo è, quindi impegnato "a porre in essere ogni iniziativa volta a favorire l'autoconsumo; a sviluppare un modello di economia circolare, anche attraverso la cultura del riuso e del riciclo; a valutare l'opportunità di promuovere, in sinergia con regioni ed enti locali, programmi di educazione ambientale e di sensibilizzazione dei giovani sulla corretta gestione dei rifiuti e sulle problematiche ambientali, nonché sull'importanza della salvaguardia dell'ambiente ai fini del mantenimento degli standard di qualità della vita in società; a promuovere il ruolo dell'Italia nell'ambito delle politiche comunitarie ed internazionali per la lotta al cambiamento climatico, sviluppando politiche di cooperazione con i Paesi più soggetti agli effetti del cambiamento climatico, con particolare riferimento al continente africano e agli arcipelaghi del Pacifico, anche sostenendo la propria candidatura quale ospite di summit internazionali a partire dal COP 26 del 2020, nonché di sedi ed uffici di Paesi esteri più esposti al cambiamento climatico, al fine di farsi parte attiva di misure per la responsabilizzazione internazionale sul tema".
   
"Oggi la Camera ha approvato la nostra mozione per il contrasto ai cambiamenti climatici: un provvedimento che individua le linee d'azione concrete per rispondere agli evidenti segnali d'allarme generati, anche nel nostro Paese, dal surriscaldamento globale e alle preghiere dei tanti giovani che manifestano in queste settimane per chiedere azioni urgenti". Lo annunciano le deputate e i deputati del MoVimento 5 Stelle in commissione Ambiente. "Siamo orgogliosi di poter dire che il Governo del Cambiamento continuerà a impegnarsi, con rinnovato slancio, per raggiungere in tempi rapidi gli obiettivi di riduzione di gas ad effetto serra concordati a livello internazionale", proseguono. "In sinergia con Regioni e Comuni, dobbiamo riconvertire l'economia all'insegna della decarbonizzazione attraverso una graduale, ma al tempo stesso rapida, transizione dai combustibili fossili alle fonti rinnovabili. Ogni miliardo investito in efficienza energetica produce 15.000 posti di lavoro contro i 500 delle fossili. Non ci sono più scuse: l'economia circolare e la sostenibilità garantiscono più giustizia sociale, più qualità ambientale e più occupazione" aggiungono i deputati pentastellati. "L'efficienza energetica e le rinnovabili, la riconversione dell'industria inquinante, la riduzione degli incentivi alle fossili, la riqualificazione dell'edilizia pubblica e privata, la cultura del riuso e del riciclo, una seria "dieta del traffico" accompagnata dal rinnovamento del parco mezzi circolanti. Su ciascuno di questi temi siamo già al lavoro e continueremo a lavorare alacremente, andando di pari passo con l'adattamento, vale a dire la messa in sicurezza del Paese dai danni del maltempo estremo e del dissesto idrogeologico. Su questo fronte abbiamo già stanziato 11 miliardi", affermano. "Stiamo facendo la nostra parte con determinazione, anche sul fronte della diplomazia, per contenere l'aumento della temperatura globale e le sue disastrose conseguenze. La mozione approvata oggi impegna il Governo e l'itero Paese a trasformare una criticità in opportunità: tutte le nostre energie saranno d'ora in poi concentrate sul rendere concreto questo impegno", concludono i portavoce del MoVimento 5 Stelle.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA