Genova e Milano tra città Ue più colpite dal global warming

La più calda è Belluno, diciottesima su 558 in Europa

Redazione ANSA BRUXELLES

Genova e Milano sono tra le prime dieci grandi città europee più colpite dal riscaldamento globale negli anni Duemila. A rivelarlo è un'indagine realizzata dall'European Data Journalism Network (EDJNet), una piattaforma di giornalismo investigativo che riunisce 19 media europei, che inserisce i capoluoghi di Liguria e Lombardia rispettivamente all'ottavo e decimo posto della graduatoria delle grandi città europee che hanno fatto segnare temperature mediamente più alte dal 2000 a oggi, entrambe in crescita di 1,2 gradi. Il record di cittadina in media più calda negli ultimi diciotto anni in Italia va però a Belluno, diciottesima su 558 cittadine europee, con +2 gradi. Dalla Finlandia al Portogallo, l'Europa è sempre più bollente. Lo scettro per l'aumento della temperatura più alto nel Ventunesimo secolo tra le città con oltre 500mila abitanti va alla spagnola Malaga, il cui termometro segna +1,5 gradi. Tra le grandi città, si posizionano a metà classifica Roma (30/a con +1 gradi) e Torino (42/a, +0,9 gradi).

"L'Europa si sta riscaldando da più di un secolo, lentamente, ma costantemente", scrivono i media di EDJNet (tra cui, Spiegel Online, Internazionale e Gazeta Wyborcza), ricordando che l'obiettivo stabilito dall'accordo di Parigi è di contenere l'aumento della temperatura a 1,5 gradi. "Nessun paese e nessuna città - sottolineano - è al sicuro dalle temperature in aumento e dal suo impatto, solo una piccola minoranza sembra avere sviluppato strategie di adattamento per le conseguenze". Meno sensibili al cambiamento climatico risultano Napoli (51esima, +0,7 gradi) e Palermo (54esima, +0,6 gradi), che fanno compagnia nelle ultime posizioni a un raggruppamento di città britanniche, da Edimburgo (ultima con +0,4 gradi) a Manchester (53esima, +0,7 gradi). Allargando la prospettiva alle città più piccole, è il termometro di Kiruna, una cittadina mineraria della Svezia, ad aver fatto segnare una temperatura media più alta dal Duemila a oggi, di 3,4 gradi superiore a quella del secolo precedente. Quasi immutata invece la temperatura a Ponta Delgada, in Portogallo, che chiude la classifica con +0,1 gradi. In Italia, oltre Belluno, anche Piombino è sopra al target di 1,5 gradi (+1,7), mentre le meno colpite dal cambiamento climatico sono Cagliari, Gela e Siracusa, con +0,3 gradi.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA