Sahara sempre più piovoso, effetto impianti eolici e solari

Aumento fino al 50%, si spostano masse d'aria

Redazione ANSA ROMA
(ANSA) - ROMA, 7 SET - Il Sahara sta diventando sempre più piovoso e le precipitazioni potrebbero aumentare fino al 50% più rispetto all'epoca in cui uno dei deserti più grandi del mondo non aveva cominciato a ospitare gli impianti per la produzione di energia eolica e solare. Proprio questi sembrano infatti all'origine dell'intensificarsi delle piogge. Lo indica, sulla rivista Science, la ricerca coordinata dall'Università del Maryland e condotta fra Stati Uniti, Cina e il Centro internazionale di fisica teorica 'Abdus Salam' di Trieste.

Mentre aumentano le piogge, nel deserto sta lentamente avanzando anche la vegetazione, e la produzione di CO2 resta decisamente inferiore rispetto a quella delle aree in cui la produzione di energia si basa sul carbone. Il modello elaborato dai ricercatori, coordinati da Yan Li, indica perciò in modo chiaro che gli impianti per le energia rinnovabili possono produrre cambiamenti su scala locale e continentale: un aspetto, rilevano, "che finora non era stato valutato nel dettaglio". Il modello pubblicato su Science, basato sui dati raccolti sia nel Sahara sia nella regione vicina del Sahel, indica che gli impianti eolici modificano l'ambiente spostando le masse d'aria e favorendo in questo modo una maggiore evaporazione e di conseguenza la generazione di pioggia. I pannelli solari agiscono, invece, riducendo l'albedo, ossia la capacità della superficie di riflettere la luce. (ANSA).

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA