Legambiente, dal 2010 157 morti e 45mila sfollati per maltempo

Report mappa città, da ondate calore 24mila morti in 10 anni

Redazione ANSA ROMA

(ANSA) - Dal 2010 ad oggi sono stati 198 i Comuni italiani colpiti da impatti rilevanti dei cambiamenti climatici con 340 fenomeni meteorologici estremi, 109 casi di danni a infrastrutture da piogge intense e 157 vittime oltre a 45.000 sfollati a causa del maltempo. Sono questi i principali dati che emergono dal rapporto 'Sos acqua: nubifragi, siccità, ondate di calore. Le città alla sfida del clima', realizzato da Legambiente in collaborazione con Unipol Gruppo, e riportati nella mappa del rischio climatico cittaclima.it. L'obiettivo è di raccogliere così i danni provocati in Italia dai fenomeni climatici; il tema di quest'anno al centro del report, presentato oggi a Roma, è l'acqua.

Il 2017 è stato l'anno più caldo di sempre dopo il 2016 e segnato da siccità e ondate di calore; quest'ultime, tra il 2005 e il 2016, in 23 città italiane hanno causato 23.880 morti. "Il clima è già cambiato - osserva Legambiente - la messa in sicurezza delle aree urbane deve essere la priorità degli interventi climatici. Servono nuove politiche per le città e un regolamento nazionale per l'adattamento climatico, se vogliamo ridurre i pericoli per le persone e evitare crisi idriche".

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA