Cos'è il Buran, vento che farà 'gelare'

Ha origine in Siberia e causa vere e proprie tempeste di neve

Redazione ANSA ROMA

Il vento che porterà da sabato l'ondata di gelo in tutta Europa, Italia compresa (qui arriverà domenica sera), è il Buran, e non Burian come chiamato erroneamente da alcuni. "Questo vento gelido - spiega il Centro Epson Meteo-Meteo.it - ha origine dal settore russo-siberiano, ad est degli Urali nei pressi del bassopiano sarmatico siberiano: si tratta di un vento forte da Nordest o Est-Nordest che soffia in Siberia ed è accompagnato da freddo intenso che dà origine a vere e proprie tempeste di neve. Quando il Buran scavalca gli Urali può invadere anche l'Europa e arrivare fino all'Italia (seppur attenuato rispetto alle origini)". Ma come mai si chiama Buran e non Burian? "Il termine Buran - continua il Centro Epson Meteo - ha origine dalla parola russa e da quella turca buraan, 'vento molto forte'. La radice comune è bor, che significa 'volgere, trascinare'. Quindi Buran e Burian sono esattamente la stessa cosa", il nome giusto è però il primo".

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA