Siccità: Piemonte, 'estrema' su Appennini. Po - 41% portata

Relazione Arpa, da inizio anno -30% piogge. Deficit dighe 17%

Redazione ANSA TORINO
(ANSA) - TORINO, 4 OTT - Il mese di settembre ha peggiorato la siccità in Piemonte, che ora è diventata "estrema" su tutta l'area appenninica, e "severa" nel resto della regione. Lo evidenzia la relazione pubblicata da Arpa (Agenzia Regionale per la protezione ambientale). S'aggrava il deficit delle dighe, al 56% del riempimento massimo possibile, con -17% di acqua invasata rispetto alla media mensile degli ultimi anni.

Il fiume Tanaro, lo stesso che nel novembre 2016 è stato interessato da una forte alluvione, ha la seconda portata più bassa del dopoguerra, dopo quella del '90, mentre il Po a Isola S.Antonio (Alessandria) ha una portata di 215 metri cubi al secondo, inferiore del 41% alla media storica di riferimento.

Da inizio anno, il deficit di piogge sul Piemonte è del 30%, ma a settembre su un'ampia area della regione il saldo è stato negativo del 50-70%. Nei prossimi giorni non sono previste piogge, salvo - scrive Arpa - sporadici piovaschi e nevischio sulle creste alpine nordoccidentali e settentrionali. (ANSA).

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA