In fiamme anche la Groenlandia, brucia la tundra

Esperto, dimensioni eccezionali, evento raro e insolito

Redazione ANSA

ROMA - I satelliti della Nasa e dell'Esa hanno catturato immagini insolite nei pressi del Circolo polare artico: il fumo di un vasto incendio in Groenlandia occidentale, nella tundra che lungo le coste prende il posto dei ghiacci.

I roghi, avvistati per la prima volta il 31 luglio scorso, hanno colpito un'area a 150 km a nordest di Sisimiut, la seconda città della Groenlandia. Sebbene la presenza di un incendio in quest'area del Pianeta non sia senza precedenti, un'analisi preliminare diffusa da Stef Lhermitte - docente della Delft University of Technology olandese - evidenzia che l'attività dei roghi rilevata nel 2017 è eccezionalmente superiore a quella degli anni precedenti, dal 2000, e cioè da quando è operativo il satellite Terra della Nasa equipaggiato con lo spettroradiometro Modis.

Intervistato dall'Independent, Lhermitte ha spiegato che gli incendi non sono un fenomeno sconosciuto in Groenlandia. Ci sono relazioni su un grande incendio nel 1966, di cui non si conoscono le dimensioni. Tuttavia "questo è molto grande, non è il tipico incendio boschivo, è un evento raro e insolito".

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA