Clima: Branson, da Trump errore bizzarro, forse è pentito

'Sull'accordo di Parigi speriamo in un ripensamento'

Redazione ANSA ROMA
(ANSA) - ROMA, 17 LUG - Il dietrofront del presidente degli Stati Uniti Donald Trump sull'accordo di Parigi è "un errore bizzarro. Ho la sensazione che il presidente si rammarichi". Lo ha detto Richard Branson, fondatore del gruppo Virgin. "Forse i suoi figli e il genero gli stanno dicendo: 'te l'avevo detto'.

Speriamo ci sia un ripensamento positivo", ha dichiarato il miliardario inglese a Brooklyn nel weekend per la corsa di Formula E, la serie automobilistica della Fia dedicata alle auto elettriche.

Il cambiamento climatico rappresenta una "grande opportunità", ha affermato Sir Branson secondo quanto riportato dalla stampa. Imprese e città sono chiaramente favorevoli a una decarbonizzazione dell'economia, per cui la decisione di Trump è "molto, molto strana".

"Trump ha avuto centinaia dei manager e imprenditori più influenti al mondo che gli hanno parlato, e li ha ignorati. Per cui non c'è garanzia che cambi idea", ha osservato Branson.

"Chissà cosa pensa. La decisione di Parigi - ha ribadito - è stata un errore bizzarro".(ANSA).

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA