Le zanzare fanno 725 mila vittime l'anno, domani il mosquito day

Il 20 agosto del 1897 identificate come causa della malaria

Redazione ANSA ROMA

È tra gli animali più piccoli, ma è di gran lunga il più pericoloso per l'uomo, con diverse centinaia di migliaia di vittime ogni anno. Il 20 agosto è il World Mosquito Day, giornata istituita su iniziativa soprattutto di istituzioni e Ong contro la malaria.

La data scelta per la ricorrenza commemora Sir Ronald Ross, che proprio in questo giorno del 1897 scoprì che è la zanzara femmina a trasmettere la malaria. Proprio questa malattia è la principale causata dall'insetto, e secondo l'Oms ha causato nel 2017 435mila morti e 215milioni di casi nel mondo, concentrati in 11 paesi, dieci in Africa più l'India. "Quale direste che sia l'animale più pericoloso sulla Terra? I serpenti? Gli squali? - sottolinea Bill Gates in un blog sul sito della sua Fondazione - La risposta è 'nessuno di questi. Sono le zanzare".

Secondo una stima dei ricercatori della Fondazione infatti le zanzare uccidono ogni anno 725mila persone, molte di più rispetto a serpenti (50mila) e cani (25mila), che seguono in classifica. Tra le varie armi contro questi insetti, che oltre alla malaria veicolano decine di altre malattie, dalla dengue al Virus del Nilo che è ormai endemico anche in Italia, recentemente si sono aggiunte le zanzare stesse: in tutto il mondo sono in corso esperimenti che prevedono l'introduzione in natura di esemplari resi sterili con modifiche al Dna o attraverso radiazioni o l'esposizione a batteri per controllare le popolazioni.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA