Cavi elettrici più sicuri in Sardegna per aquile di Bonelli

Protezioni in area di ripopolamento nel Parco di Tepilora

Redazione ANSA BITTI (NUORO)
(ANSA) - BITTI (NUORO), 11 DIC - E-Distribuzione, la Società del Gruppo Enel che gestisce le reti di media e bassa tensione, sta contribuendo alla buona riuscita della reintroduzione delle Aquile di Bonelli in Sardegna, realizzata nell'ambito del progetto Life Aquila a-Life, curato da Ispra in collaborazione con partner spagnoli e francesi e con il supporto della Regione Sardegna e di Forestas.

In particolare, la società sta realizzando delle modifiche ai propri impianti come la sostituzione di alcuni sezionatori e l'isolamento dei conduttori in prossimità dei sostegni, affinché questi siano più sicuri per gli esemplari, non solo le aquile, che utilizzano i tralicci come punti di stazionamento. Il rischio, infatti, è quello che questi grandi volatili, con le loro grandi ali, possano toccare più cavi o punti della rete, rimanendo folgorate.

Per aumentare la sicurezza nell'area di rilascio, con il supporto di Grefa, capofila del progetto, sono stati fatti dei sopralluoghi nei dintorni dell'area nel Parco di Tepilora. Ma la collaborazione non si limiterà a questo primo intervento: infatti, "quando le aquile di Bonelli avranno definito la propria area vitale di stabilizzazione, così come in vista di rilasci futuri - spiega E-Distribuzione - verranno realizzate delle analisi a livello locale del rischio potenziale di elettrocuzione per l'avifauna, valutando gli interventi ad hoc per mitigare tale rischio".

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA