A via censimento collettivo cervi in parco foreste Casentino

Sarà possibile anche ascoltare e contare lupi grazie a ululati

Redazione ANSA PRATOVECCHIO (AREZZO)
(ANSA) - PRATOVECCHIO (AREZZO), 12 SET - Si terrà dal 27 al 29 settembre il censimento 'collettivo' dei bramiti, considerato il più grande evento di gestione faunistica partecipata in Italia, nel parco nazionale delle Foreste casentinesi. Oltre alla stima dei cervi, ci sarà la possibilità di ascoltare e segnalare anche le risposte dei branchi di lupi alle emissioni registrate di ululati, che saranno lanciate da alcuni punti strategici su tutto il territorio dell'area protetta. Le iscrizioni all'iniziativa sono aperte fino al 16 settembre.

Lo scorso anno, spiega una nota, il censimento ha coinvolto circa 500 operatori e sono stati contati 384 cervi maschi, per una stima di popolazione totale tra i 1.900 e i 2.200 esemplari su circa 20.500 ettari.

L'esperienza del 'wolf howling', alla sesta edizione, permetterà invece di conoscere sempre meglio numeri e abitudini del grande predatore all'interno del parco. Attualmente viene stimata una popolazione di una cinquantina di esemplari per una decina di piccoli branchi.

In supporto alle attività di censimento, opereranno dal 21 al 30 settembre dei giovani volontari che offriranno un aiuto nella gestione e realizzazione dell'evento. Per giovedì è previsto l'arrivo dei censitori nei diversi luoghi di articolazione logistica dell'evento, dove saranno realizzati incontri di saluto da parte del Parco e le spiegazioni del programma delle attività e delle modalità di esecuzione delle attività di conteggio. (ANSA).

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA