Lupi: Governo impugna legge Trento e Bolzano su abbattimento

Costa, provvedimento adottato dal Consiglio dei Ministri

Redazione ANSA

Impugnata nel Consiglio dei ministri la legge delle province di Trento e Bolzano che prevede la cattura e l'uccisione di lupi e orsi. Lo ha a annunciato il ministro dell'Ambiente Costa, sottolineando che si tratta di ''un atto necessario e dovuto. L'esercizio delle potestà di deroga ai divieti sulla fauna selvatica - prosegue il ministro - sono in capo allo Stato e non possono essere demandate agli enti locali. Abbiamo chiesto alle province di modificare la legge, ma non è stato fatto, quindi non abbiamo avuto scelta''.

''Noi siamo andati anche oltre il piano Lupo e già ieri è partito un tavolo tecnico per ampliare e implementare il Piano e a questo tavolo tecnico partecipano anche referenti indicati dalle province di Trento e Bolzano''.''Se le leggi di Trento e Bolzano venissero modificate e si avviasse una piena collaborazione, conclude il ministro che intendo presto portare in Conferenza Stato Regioni, sono certo che si potranno attivare strumenti di prevenzione fondamentali per favorire la presenza dei grandi carnivori in natura, senza pesare sulle attività zootecniche tipiche di quei territori".

 

Lupi: Wwf, bene cdm, era precedente gravissimo
La decisione del Consiglio dei ministri di impugnare le leggi delle province autonome di Trento e Bolzano "è una splendida notizia per il futuro della Natura d'Italia". Questi provvedimenti, dichiara il Wwf in una nota, "rappresentavano un precedente gravissimo. La fauna è un bene indisponibile dello Stato e la gestione delle specie più importanti e minacciate va fatta almeno su base nazionale, avendo una visione complessiva e non localistica della loro conservazione, tanto da essere regolata da Direttive Europee ed internazionali". Il Wwf, "nel ringraziare il ministro dell'Ambiente Sergio Costa, gli da' atto di aver coerentemente mantenuto una posizione di rigore rispetto a questo principio garantendo così anche una corretta applicazione dei piani previsti per queste specie e già condivisi anche con le province di Trento e Bolzano". 

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
TI POTREBBERO INTERESSARE ANCHE: