Dopo 100 anni i lupi tornano in Salento, Dna sulla carcassa di un ovino

Le immagini delle fotocamere hanno registrato la presenza di un cucciolo e due individui aadulti

Redazione ANSA

Dopo 100 anni i lupi sono tornati nel Salento. La prova scientifica, la prima in assoluto, arriva dell'esame del Dna eseguito dai medici veterinari dell'area C del servizio Asl di Lecce sulla carcassa di un ovino trovato in località Bonocore, agro di Nardó, dove già si erano avute segnalazioni di avvistamenti di lupi. La traccia biologica estratta col tampone salivare dall'ovino aggredito è risultata essere quella di un lupo. Nei mesi scorsi avvistamenti erano stati segnalati da numerosi allevatori nel Parco regionale Otranto-Santa Maria di Leuca-Bosco di Tricase. Lo stesso Ente parco un anno fa aveva commissionato ad esperti faunisti e ricercatori uno studio preliminare sulla possibile ricomparsa del lupo nella penisola salentina, dalla quale era scomparso oltre cento anni fa. Le immagini delle fotocamere installate hanno registrato la presenza di almeno un cucciolo di un anno e due individui adulti, di cui uno maschio, che attesterebbero una presenza stabile.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA