Noemi ed Enpa a Copenhagen per il cane Iceberg

Ricevute da ambasciatore italiano, si lavora per rimpatrio

Redazione ANSA ROMA
(ANSA) - ROMA, 4 LUG - La cantante Noemi e la presidente dell'Enpa (Ente nazionale protezione animali), Carla Rocchi, sono state ricevute oggi a Copenhagen dall'ambasciatore italiano in Danimarca, Stefano Queirolo Palmas, per chiedere al diplomatico di attivarsi per il rientro in Italia del cane Iceberg.

La femmina di dogo argentino, di proprietà di uno chef avellinese, Giuseppe Perna, era stata sequestrata e condannata a morte perché specie proibita in Danimarca. Grazie a una mobilitazione degli animalisti italiani di varie ong, che hanno raccolto centinaia di migliaia di firme, il ministro dell'Ambiente danese ha deciso che il cane non venga ucciso.

Iceberg si trova ora in un canile e il padrone e gli animalisti chiedono che venga rimpatriato in Italia. Il cane era entrato in Danimarca regolarmente, senza che alla dogana venisse bloccato, ed era stato sequestrato successivamente, a seguito di una zuffa con un altro cane.

L'ambasciatore Queirolo Palmas ha spiegato a Noemi (che si era impegnata in prima persona per Iceberg) e alla presidente dell'Enpa che il cane non verrà abbattuto, ma che il rimpatrio non è semplice e che richiede ancora una delicata procedura con le autorità danesi.

A Copenhagen la cantante e Carla Rocchi hanno incontrato anche il padrone di Iceberg, che aspetta di poter riabbracciare la sua cagnolona e riportarla in Italia. (ANSA).

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA