La volpe di San Joaquin decimata da epidemia di rogna

Corsa contro il tempo per salvare la specie pigmea americana

Redazione ANSA ROMA
(ANSA) - ROMA, 20 MAR - Corsa contro il tempo per salvare la volpe pigmea americana di San Joaquin, una sottospecie che vive nell'omonima valle californiana e che è vittima di un'aggressiva forma di rogna, una malattia della pelle provocata da acari fortemente contagiosa e che può risultare fatale nelle forme più gravi.

L'allarme è contenuto in uno studio sostenuto dalla Morris Animal Foundation e pubblicato sul Journal of Wildlife Diseases.

In passato molto comune nella valle del San Joaquin, questa popolazione di volpe pigmea americana è fortemente diminuita negli ultimi anni. Doveva già fare i conti con perdita di habitat e convivenza con specie "invasive" e ora è attaccata anche da un nemico "invisibile", l'acaro che provoca una forma di rogna che ne sta decimando ulteriormente la popolazione.

Nel corso dello studio i ricercatori hanno trattato con successo tre esemplari su 9 trovati vivi. Finora non è stata ottenuta invece alcuna prova della capacità autonoma delle volpi malate di recuperare. Questo, secondo i ricercatori, significa che prevenzione e trattamento sono fondamentali per contenere la malattia.(ANSA).

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA