Ong, 23.500 cani avvelenati in Italia nel 2016

Aumento rispetto al 2015. Nel 2017 già 600 avvelenamenti

Redazione ANSA ROMA
(ANSA) - ROMA, 27 GEN - "Sono oltre 23.500 le segnalazioni di cani uccisi con i bocconi avvelenati nel corso del 2016, con un incremento di 5.700 cani avvelenati rispetto al 2015, quando i dati erano a loro volta aumentati notevolmente rispetto agli anni precedenti. Di questi, circa il 30% sono morti tra atroci sofferenze. E purtroppo questo inizio anno 2017 i casi di avvelenamento non accennano a diminuire, specialmente in Veneto, Sardegna, Sicilia e nella provincia di Brescia in Lombardia". Lo scrive in un comunicato la ong ambientalista Aidaa.

"Secondo i dati raccolti da AIDAA, sia con le segnalazioni ricevute direttamente, sia attraverso la rete di veterinari convenzionati che dai siti internet - aggiunge la ong - sono già oltre 600 i cani avvelenati, di cui almeno la metà morti in questo primo mese di gennaio del 2017. A questi vanno aggiunti gli oltre 2000 randagi uccisi dalla fame e dal freddo, in particolare nel centro e sud Italia, a causa delle abbondanti nevicate delle scorse settimane". (ANSA).

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA