In California acqua razionata per siccità è eco-friendly

Studio, ha portato a riduzione di consumi elettrici e gas serra

Redazione ANSA ROMA
(ANSA) - ROMA, 12 GEN - Il razionamento dell'acqua imposto dalle autorità in California a causa della severa siccità degli ultimi anni ha avuto anche conseguenze positive sull'ambiente: tra i suoi risvolti "eco-friendly" c'è stata una riduzione dei consumi elettrici e delle emissioni di gas a effetto serra.

Arriva a questa conclusione uno studio dell'Università della California, Davis, pubblicato su Environmental Research Letters.

Nello Stato americano speciali misure per ridurre di un quarto i consumi idrici sono state introdotte nel 2015 dopo quattro anni di una pesante siccità che ha inaridito quasi 220 mila ettari di terreni, causato danni per 2,7 miliardi di dollari e tagliato circa 21 mila posti di lavoro. L'obiettivo di risparmio dell'acqua non è stato pienamente centrato in un anno, spiegano i ricercatori, ma le misure prese hanno comunque avuto impatti positivi sull'ambiente.

Acqua e settore energetico in California sono strettamente legati, ad esempio per l'energia usata dai sistemi che trasportano l'acqua dal Nord al Sud dello Stato, più secco, o per quella che serve per trattare e distribuire l'acqua. I ricercatori stimano che la riduzione del consumo idrico si è tradotto in un risparmio elettrico di 1830 GWh. Questo ha portato a un risparmio di emissioni di gas serra pari a 524 mila tonnellate in meno di CO2 in atmosfera, quanto quella prodotta da 111 mila automobili in un anno.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA