I volti d'oro delle Universiadi

Storie, sorrisi e speranze di Napoli 2019

(ANSA) - NAPOLI, 14 LUG - L'ultima immagine delle Universiadi è quella della nazionale di PALLANUOTO che ha annichilito gli Stati Uniti in una finale intensissima e senza storia in una Scandone gremita all'inverosimile. Napoli 2019 è stato un successo, organizzativo e soprattutto sportivo con le 44 medaglie conquistate, 15 delle quali d'oro, eguagliando il record di Kazan 2013. Storie, sorrisi e speranze si sono alternate sui campi di gara della Campania che ha accolto e coccolato gli atleti. In copertina c'è lei, Daisy OSAKUE, la lanciatrice del disco colpita con un uovo in pieno volto dai razzisti un anno fa a Moncalieri e che stasera sarà la protagonista della cerimonia di chiusura delle Universiadi dopo il suo oro. L'atleta piemontese di origine nigeriana è il simbolo delle Universiadi di Napoli 2019 con il suo lancio a 61.69, la seconda prestazione italiana di sempre, brillando nell'atletica leggera che ha messo in vetrina un poker di ragazze d'oro e di belle speranze per le altre grandi competizioni a cominciare dai Mondiali di Doha.
    La pista azzurra del San Paolo è diventata rosa grazie a Daisy ma anche ad un'altra italiana di origine nigeriana, Ayomide FOLORUNSO, nuova stella dei 400 ostacoli, trionfatrice in 54''75, anche lei seconda italiana di sempre, e a 21 centesimi dal record italiano. Una gara fantastica quella della campionessa europea under 23 che ha dato un secondo all'argento, la sudafricana Van der Walt. Il futuro dell'atletica azzurra è rosa anche grazie Luminosa BOGLIOLO, oro nei 100 ostacoli con un 12''79, a tre centesimi dal record italiano. Oro anche nel salto con l'asta, con Roberta Bruni che ritrova la verve che l'aveva portata sette anni fa al bronzo ai Mondiali Juniores indoor, e firma il poker azzurro.
    Il primo oro italiano delle Universiadi è arrivato dalla scherma ed è stato firmato da Erica CIPRESSA, trionfatrice nel fioretto femminile, che ci ha poi preso gusto trionfando anche nel fioretto a squadre insieme alle Camilla MANCINI (bronzo individuale) e Martina SINIGALIA, che non hanno lasciato scampo in finale alla Russia. E la pedana della scherma ha regalato un oro anche alle ragazze della sciabola Lucia LUCARINI, Michela BATTISTON e Rebecca GARGANO che hanno ascoltato l'inno italiano dopo aver battuto in finale le tradizionali rivali della Francia. Non da meno gli uomini, oro nel fioretto con Damiano ROSATELLI (con Gauillame Bianchi argento) e bis nella gara a squadre.
    Medaglia in rosa anche dal nuoto, ormai tradizionale campo di conquista per le azzurre, esaltate a Napoli da Silvia SCALIA che fa impazzire la Scandone e firma l'oro nei 50 dorso, dopo aver conquistato il bronzo nei 100, con davanti all'americana Haan e all'australiana McDonnell. Grazia azzurra anche nella ginnastica con Carlotta FERLITO che conquista l'oro nel corpo libero, mentre nello skeet a festeggiare è stata la tiratrice Chiara DI MARZIANTONIO, che non ha lasciato scampo alla kazaka Kravchenko in finale. Coppia d'oro nel tiro a volo con Fiammetta ROSSI e il napoletano Simone D'AMBROSIO. E' d'oro anche l'ITALVOLLEY maschile, che in rimonta al quinto set battono la Polonia in una gara serratissima. (ANSA).
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Universiade 2019
         (ANSA)

        Ecco i nuovi spogliatoi del Napoli

        Basile, tabella di marcia rispettata.Fine lavori inizi settembre


         (ANSA)

        Universiade: mini-rugby at Boscotrecase

        Local stadium's field was restored for 2019 Universiade


         (ANSA)

        Nuovo manto, minirugby a Boscotrecase

        Ipotesi Cittadella dello Sport con palestra e campo da basket


        Vai alla rubrica: Pianeta Camere