Nel taekwondo si punta su Botta e Rotolo

Il primo è stato protagonista ai recenti mondiali inglesi

(ANSA) - NAPOLI, 21 MAG - Dai Mondiali di Manchester a una medaglia all'Universiade. La nazionale italiana maschile di taekwondo per conquistare il podio nel torneo che si disputerà nel Palazzetto dello Sport di Casoria, dal 7 al 13 luglio, punta su Roberto Botta, ex campione europeo nella categoria juniores e protagonista ai recenti Mondiali inglesi dove ha chiuso tra i primi otto della competizione.
    Botta è stato anche il compagno di allenamento di Simone Alessio, che a Manchester ha vinto la medaglia d'oro nei -74 kg, il primo italiano di sempre a finire sul gradino più alto del podio nella competizione iridata.
    "Roberto vanta un gran repertorio e l'ottimo risultato ai Mondiali, dove ha sfiorato le semifinali e ha anche battuto il vice campione del mondo, l'inglese Damon Sansum, sarà un trampolino di lancio per l'Universiade, una competizione importantissima per il taekwondo e in generale per lo sport italiano" ha detto il commissario tecnico dell'Italia, Claudio Nolano, che ha anche preannunciato la presenza sul tatami, tra le donne, di Daniela Rotolo, terza agli Europei di Kazan lo scorso anno nei 62 kg e bronzo anche agli Europei di Montreux nel 2016.
    (ANSA).
   

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      Universiade 2019
       (ANSA)

      Per gli atleti visite gratis a mostre

      Anche su luoghi 'Amica Geniale'. Iniziative di Film Commission


       (ANSA)

      Iniziata la formazione dei volontari

      Primo week-end sugli impianti di gara


       (ANSA)

      Incontri con ragazzi istituti minorili

      Iniziativa per diffondere valori sport in contesti difficili


      Vai alla rubrica: Pianeta Camere