Pugilato: laurea honoris causa a Oliva

'Dove c'è sport non c'è razzismo e neppure barriere culturali'

(ANSA) - FOGGIA, 14 MAR - "Sono convintissimo che uno sportivo, vivendo con i valori dello sport, diventerà sicuramente anche un ottimo cittadino. Perché dove c'è sport, dove c'è pratica sportiva non c'è razzismo, non c'è bullismo, non ci sono barriere culturali". Lo ha detto l'olimpionico e campione mondiale di pugilato, Patrizio Oliva, a Foggia per ricevere la laurea honoris causa in 'Scienze e tecniche delle attività motorie preventive e adattate'. "Credo - ha aggiunto - che lo sport e la cultura siano uno strumento formativo, fondamentale per i giovani". "Nello sport - ha concluso - sentiamo spesso parlare di rispetto delle regole e di rispetto dell'avversario che, tradotto in senso civico, non sono altro che rispetto delle leggi, rispetto dell'ambiente e rispetto della persona".
   

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
      TI POTREBBERO INTERESSARE ANCHE:

      Video ANSA


      Universiade 2019

       (ANSA)

      Basile,chance per far conoscere Campania

      Pacchetti turistici per i visitatori, serve sostegno enti locali


       (ANSA)

      De Magistris, premiata la 'nuova' Napoli

      Grazie a noi c'è una diversa immagine città nel mondo


       (ANSA)

      Caserta, ecco i volontari-guide

      Trenta studenti pronti a mostrare le bellezze del territorio


      Vai alla rubrica: Pianeta Camere