Tangenti,condannato ex sindaco Casertano

Cade aggravante mafiosa.Libero imprenditore ritenuto vicino clan

(ANSA) - NAPOLI, 13 MAR - L'ex sindaco di Santa Maria Capua Vetere (Caserta) Biagio Di Muro è stato condannato a 5 anni e mezzo di carcere dal locale tribunale per il reato di corruzione. Il processo riguardava i lavori di ristrutturazione dello storico palazzo Teti Maffuccini di Santa Maria Capua Vetere, la cui progettazione, per la Dda di Napoli, fu affidata all'ingegnere Guglielmo La Regina, condannato a sei anni di carcere, dietro il pagamento di tangenti da decine di migliaia di euro. I giudici - collegio presieduto da Roberta Carotenuto - hanno condannato a quattro anni Alessandro Zagaria, ristoratore di Casapesenna ritenuto l'anello di congiunzione tra l'amministrazione di Santa Maria Capua Vetere guidata da Di Muro e il clan dei Casalesi, in particolare la fazione del boss Michele Zagaria; l'imprenditore è stato scarcerato. Per tutti è poi caduta l'aggravante mafiosa.
    Il processo è nato dall'indagine anticamorra che nell'aprile 2016 portò in carcere Biagio Di Muro, sindaco fino ad alcuni mesi prima.
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
        TI POTREBBERO INTERESSARE ANCHE:

        Video ANSA


        Universiade 2019
         (ANSA)

        Ecco i cinque nuovi ambasciatori

        Sono i fratelli Porzio, Pollio, Occhiuzzi e Tarantino


         (ANSA)

        A Formia il raduno del Settebello

        Agli ordini di Angelini un team giovane per puntare all'oro


         (ANSA)

        Universiadi:De Luca,come Expo per Milano

        Data prova trasparenza. Su impatto mobilità confronto con Comune


        Vai alla rubrica: Pianeta Camere