Maraini, laurea ad honorem all'Orientale

"Rispetto e comprensione mentre Stati mettono dazi e pedaggi"

(ANSA) - NAPOLI, 13 OTT - "Questa laurea per me ha un sapore speciale perché mi ricorda mio padre Fosco, che negli anni Trenta studiò all'Orientale con Giuseppe Tucci. Dunque l'Orientale mi è cara anche come memoria di famiglia. In un tempo di autarchie pericolose e inquietanti, la laurea in 'Letterature e culture comparate' ha oggi un valore di esemplarità. In una situazione che vede gli Stati tornare a chiudere le frontiere, a mettere dazi e pedaggi che ricordano scelte irresponsabili del passato, la comparazione che propone l'Orientale diventa sinonimo di rispetto e comprensione". Così la scrittrice Dacia Maraini commenta la laurea honoris causa in "Letterature e culture comparate" che le sarà conferita mercoledì prossimo, 17 ottobre, alle 11, dall'Università degli studi Napoli L'Orientale.
    "Una sorta di antidoto - prosegue la scrittrice - per promuovere la circolazione delle idee e delle persone, sapendo che storicamente i movimenti dei popoli non possono essere fermati, ma solo governati".
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Video ANSA


Universiade 2019
 (ANSA)

De Luca, tante eredità positive

Grande patrimonio risultati da cui ripartire per la crescita


 (ANSA)

Esposito, dopo l'oro sogno le Olimpiadi

Capitano Settebello, che emozione vincere alla Scandone


 (ANSA)

Basile, scommessa vinta facendo squadra

Sorpresa più bella? I volontari. Ora impianti ad enti locali


Vai alla rubrica: Pianeta Camere