Universiadi: messa a punto l'area medica

Convenzioni con tre università. Caputo e De Paulis i referenti

(ANSA) - NAPOLI, 10 OTT - L'organizzazione dell'area medica delle prossime Universiadi di Napoli al centro del tavolo tecnico che si è tenuto oggi negli uffici del commissario straordinario Gianluca Basile. Due i pilastri dell'organizzazione: la Regione, attraverso le sue Asl, e gli atenei campani Federico II, Università Vanvitelli e Fisciano (Salerno) con le loro facoltà di Medicina. Scelti i referenti medici: saranno il dottor Vincenzo Caputo, dirigente dell'Asl Napoli 1 Centro per quanto concerne i servizi offerti dalla Regione; e il professor Amato De Paulis, ordinario di Medicina della Federico II, come espressione delle università.
    A loro toccherà coordinare l'esercito di medici e infermieri cui sarà affidata la salute degli oltre 8mila atleti attesi in Campania nel 2019. Nel corso del tavolo, cui ha preso parte tra gli altri anche Mario Forlenza (direttore generale Asl Napoli 1 Centro) sono stati messi a fuoco diversi temi. Nelle prossime settimane si provvederà al reclutamento del personale e delle ambulanze.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Video ANSA


Universiade 2019
 (ANSA)

Iniziata la formazione dei volontari

Primo week-end sugli impianti di gara


 (ANSA)

Incontri con ragazzi istituti minorili

Iniziativa per diffondere valori sport in contesti difficili


 (ANSA)

Presentazione programma eventi Benevento

In programma gare di calcio, pallavolo e rugby a sette


Vai alla rubrica: Pianeta Camere