Ucciso dopo lite tra bimbi rom,2 arresti

Erano in Romania: uno preso Calafat, l'altro era già in carcere

(ANSA) - NAPOLI, 21 LUG - Sono stati individuati in Romania i due presunti esecutori materiali dell'omicidio di Lucian Memet, l'uomo di etnia rom assassinato con coltellate, colpi di bastoni di legno e spranghe di ferro nell'insediamento nomade abusivo di via Virginia Woolf, nel quartiere Ponticelli di Napoli, al culmine di una accesa lite scoppiata per un banale litigio tra bambini. Si tratta di Andrei Lingurar, 25 anni, ricercato dai primi del maggio scorso per l'esecuzione di un mandato di arresto europeo emesso dal GIP di Napoli, arrestato nella città di Calafat dalle forze di polizia locali, e di Gheorghe Silaghi, 48enne, già detenuto in istituto penitenziario rumeno.
    A indagare sull'omicidio sono stati i Carabinieri del Nucleo Investigativo del Reparto Operativo di Napoli, coordinati dalla Procura della Repubblica. I due presunti assassini sono ora in attesa di estradizione. I militari avevano già preso, poco dopo l'omicidio, altre persone coinvolte: un 22enne in procinto di fuggire da Napoli e alcune donne. (ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Video ANSA


Universiade 2019

Universiadi: a Castellammare allenamenti

Restyling dello stadio Romeo Menti con 500 mila euro


Universiadi: Msc Lirica villaggio marino

Lunga 275 metri, ha 976 cabine per 2679 passeggeri


Universiadi, contratto pista San Paolo

Lavori riguardano anche spogliatoi dello stadio


Vai alla rubrica: Pianeta Camere